ANNO 8 n° 319
Tanta arte per le Giornate della Castagna
Le opere di artisti locali in esposizione per tutta la durata dei festeggiamenti
17/10/2018 - 11:44

CANEPINA - Durante tutto il mese di ottobre, per le giornate della castagna, Canepina invita a scoprire i suoi artisti locali che esporranno le proprie opere in particolari mostre.

Ricordiamo per prima una delle più famose, ormai alla sua XXI edizione, i ''Linguaggi dell’Arte'' a cura del Professor Girolamo Pesciaroli e Martina Benedetti.

Si tratta di una rassegna di pittura e scultura che si potrà ammirare presso la Chiesa di San Pietro situata in Piazza Garibaldi dove saranno esposte varie opere.

Girolamo Pesciaroli presenta varie sculture che ricordano molto la scultura egizia ed etrusca ma rielaborata in modo del tutto personale.

I materiali utilizzati sono soprattutto i vari tipi di legno, si predilige quello di ulivo ed inoltre alcune opere sono in pietra.

Emerge da queste sculture lo stretto collegamento e il rapporto privilegiato del Professor Pesciaroli con la magia della natura e delle cose.

L’altra giovane artista è Martina Benedetti, che invece predilige la Pittura.

Saranno esposte varie tele e tavole colorate dove l’artista mostrerà la sua contemplazione alla natura.

Si tratta di una pittura minuziosissima, attenta ai dettagli e caratterizzata molto spesso se non sempre dalla presenza di un elemento: l’acqua; ogni dipinto mostra infatti, una differenza di trasparenza e di varie sfumature di blu.

La seconda mostra da ricordare, alla sua VI edizione, è ''Creazioni in Legno'' di Corrado Fanelli,un artista locale specializzato nel creare quadri ed altri oggetti in legno di ulivo e castagno.

La mostra sarà esposta presso il chiostro del Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina.

Alla torre del castello degli Anguillara di Canepina, si terrà una mostra fotografica, ''Canepina e Roma: due mondi a confronto'' dove si potranno osservare magnifiche fotografie che ritraggono i più particolari scorci del nostro bel paese dei Monti Cimini, messo a confronto con la bellezza della città eterna.

Espongono in ordine alfabetico: Franco Bianco, Felice Fiorentini, Fabrizio Fortuna, Agostino Maiello, Pietro Minella, Olga Misiura,Gianmarco Morgardi, Luca Pietrobono e Alessandro Prosperi.

Ultima, ma non per importanza, la mostra micologica ''I funghi dei monti Cimini'', curata dall’Associazione AMEVIT (Associazione Micologica Ecologica Viterbese), durante la quale verrà reso omaggio alle bellezze dell’autunno canepinese, con l’esposizione dei funghi tipici dei nostri monti.

La mostra, avrà luogo nel chiostro del Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina.







Facebook Twitter Rss