ANNO 8 n° 170
Tampone vaginale: un esame semplice, ma come e quando eseguirlo?
I consigli del laboratorio analisi Gruppo Ippocrate
25/05/2018 - 15:43

Civita Castellana - Ce ne parla la Dott.ssa Marcellini, direttore tecnico di Gruppo Ippocrate - Laboratorio di analisi chimico-cliniche.

'Si tratta di un test di veloce esecuzione che può essere effettuato dal medico o dall'ostetrica e che ha lo scopo di verificare il tipo di infezione vaginale di cui soffre la paziente. Poiché non si tratta di un esame di routine, il tampone vaginale viene eseguito sulla base della prescrizione dello specialista che desidera pronunciarsi su un' eventuale diagnosi di infezione. È consigliato in caso di perdite abbondanti e anomale, prurito e bruciore, dolore durante i rapporti sessuali.

Non vi è una vera e propria preparazione all’esame, ma è fondamentale che sia effettuato almeno tre giorni dopo la fine del ciclo mestruale, in assenza di terapia antibiotica e senza aver usato creme.

Ciò che è fondamentale è non confondere il tampone vaginale con il pap test, in quanto il tampone viene utilizzato per diagnosticare la presenza di batteri, mentre il pap test è un test di screening che serve a diagnosticare lesioni precancerose del collo dell’utero.'

Presso Gruppo Ippocrate, il tampone vaginale può essere effettuato tutti i giorni, dal lunedi al sabato, previo appuntamento, con refertazione in 48 ore circa.

 

 

Per qualsiasi informazione, potete contattare Gruppo Ippocrate:

sede di Civita Castellana 0761/514328

sede di Ronciglione 0761/628012







Facebook Twitter Rss