ANNO 9 n° 264
Talete, pignorati i conti correnti
Il Comune aveva presentato un decreto ingiuntivo per la riscossioni di vecchi crediti. Il sindaco Arena: ''Venerdì incontrerò con gli avvocati il nuovo Cda''
22/05/2019 - 19:57

VITERBO - (a.v.) Talete Spa, il tribunale di Viterbo su mandato del Comune ha notificato alla società che si occupa della gestione del servizio idrico integrato il pignoramento dei conti correnti.

Palazzo dei Priori aveva presentato mesi fa un decreto ingiuntivo per la riscossione di vecchi crediti che ammontano a circa 4,7 milioni di euro. Un decreto ''che era rimasto inspiegabilmente fermo per un anno e mezzo. Dopo l'ispezione del Mef, che ha trasmesso alla Corte dei Conti una relazione a riguardo, abbiamo fatto immediatamente la delibera di giunta per renderlo esecutivo'', spiega il sindaco Arena.

''Venerdì con gli avvocati incontrerò il nuovo Cda. Non voglio mettere a rischio l'attività della società ma dobbiamo chiudere una volta per tutte questo contenzioso – sottolinea – Con la Corte dei Conti non si scherza, parliamo di cifre alte e non potevo lasciare la cosa in sospeso''. C'è preoccupazione adesso per l'attività della società e il pagamento degli stipendi: ''Cercheremo di sbloccare un conto corrente per consentire l'ordinaria amministrazione'', afferma il primo cittadino.






Facebook Twitter Rss