ANNO 9 n° 316
Strisce blu, a Viterbo lo stesso costo di Roma
Per Aipark, nelle due città si paga la sosta più cara del Lazio
01/07/2019 - 06:46

VITERBO - Costa più usare o non usare un'automobile? Difficile dirlo con esattezza, ma di certo però non conviene tenere il proprio mezzo parcheggiato tra le strisce blu di Roma o Viterbo. A rivelarlo è stata un’indagine condotta da Aipark in collaborazione con FIT Consulting e presentata alla stampa in Confcommercio nazionale.

Secondo lo studio infatti, che ha preso in analisi le aree di sosta per le strade e quelle automatizzate, nel Lazio le strisce blu della città dei papi hanno lo stesso costo di quelle della Capitale se la sosta si conclude nell‘arco di un‘ora. Tariffa ben diversa a Latina, dove la prima ora di parcheggio si paga solamente 0,60 centesimi, ovvero uno tra i prezzi più bassi tra i capoluoghi del centro Italia.

L’indagine ha coinvolto 111 comuni capoluoghi di provincia (sono stati 84 quelli a fornire risposte per un totale di 13.000 dati) e ha distinto le diverse zone della città (centro, ZTL, periferia, ecc.) per contestualizzare l’offerta di posti auto rispetto al territorio e rilevare così i punti di forza e debolezza della politica della sosta.

Il costo più elevato si paga a Belluno, città nella quale la tariffa per i primi 60 minuti di sosta è di 2,50 euro. Al secondo posto, con 2 euro per ogni ora di parcheggio ci sono Torino, Bolzano, Bologna, Genova, Massa e Arezzo e Salerno.Si pagano solo 50 centesimi, invece, nei comuni di La Spezia, Ragusa, Agrigento e Tempio Pausania. La cifra di 1 euro infine - oltre che nei Comuni di Roma e Viterbo - si paga a Messina, Palermo, L’Aquila e Pescara.






Facebook Twitter Rss