ANNO 8 n° 229
Stop ai domiciliari per Maurizio Tonnetti
A dare l'annuncio gli avvocati difensori dopo l'udienza al tribunale del Riesame
16/06/2015 - 13:14

VITERBO - Torna il libertà Maurizio Tonnetti, finito agli arresti domiciliari durante l'operazione Vento di Maestrale che aveva scoperto una duplice truffa a danno dei viterbesi: quella dell'impianto di Casale Bussi, che non funzionava come da previsioni, e quella della gestione della spazzature meccanica delle strade, effettuata in realtà manualmente e in maniera approssimativa.

Tonnetti era finiti in manette in questo secondo filone: ricopriva il ruolo di consigliere all'interno di Viterbo Ambiente, la società incriminata per la mancata erogazione del servizio di pulizia. A dare l'annuncio della revoca dei domiciliari sono stati i suoi avvocati Manlio Morcella e Giovanni Ranalli.

''Il tribunale del Riesame di Roma – spiegano i legali -, a seguito dell’udienza odierna, ha accolto l’istanza di riesame proposta dalla difesa e ha annullato l’ordinanza del gip di Viterbo di custodia cautelare ai domiciliari.

La decisione del tribunale del Riesame dà piena soddisfazione all’attività difensiva espletata in quanto conferma l’insussistenza del quadro indiziario e cautelare a carico di Tonnetti, il quale, fin dal primo momento, ha dichiarato la propria totale estraneità alla vicenda''.






Facebook Twitter Rss