ANNO 9 n° 112
Stella Azzurra - OrtoEtruria a lavoro per la prossima gara interna contro Alfa Omega
04/04/2019 - 13:23

VITERBO - La Stella Azzurra-Ortoetruria è tornata ad allenarsi in palestra dopo la sconfitta subìta domenica sera a Roma contro San Paolo. Assenti fino a conclusione della stagione sia Toselli (che potrebbe operarsi al ginocchio nei prossimi giorni) che Napolitano (atteso da una nuova visita medica tra non meno di dieci giorni), lo staff tecnico-medico sta valutando attentamente le condizioni fisiche di Marco di Gennaro che sta recuperando positivamente dallo stiramento alla coscia procuratosi nella gara esterna di Anzio. La forte guardia biancostellata ha ripreso a lavorare sia pure in maniera differenziata, ma sulla possibilità di poterlo impiegare nella prossima partita è ancora impossibile fare una valutazione definitiva.

Domenica al PalaMalè arriverà Alfa Omega, team che in classifica segue i viterbesi a due punti, in una graduatoria nella quale almeno cinque squadre possono ancora accedere sia ai playoff che ai playout. La Stella Azzurra, indipendentemente dalla possibilità di recuperare di Gennaro, dovrà comunque tentare di ripetere la gara combattuta, intensa ed agonisticamente valida messa in mostra due domenica fa contro la capolista Grottaferrata. Un match nel quale, seppure assenti Napolitano e di Gennaro e con Toselli e Rogani usciti dal campo a metà gara, i ragazzi hanno lottato fino all'ultimo in una partita che avrebbero meritato di portare a casa e che gli è sfuggita solo a causa dei due uomini in grigio.

Quella è l'Ortoetruria che dirigenza, staff e tifosi vogliono vedere domenica prossima, ben diversa soprattutto per convinzione e mentalità da quella uscita sconfitta dal Pala Spano, sia pure contro un eccellente San Paolo.

Dopo la prossima gara interna con Alfa Omega, le ultime tre gare di campionato vedranno i biancoblu affrontare Fondi in trasferta, Civitavecchia in casa e concludere a Roma la regular season contro la Fortitudo. Impegni difficili, soprattutto in una situazione di rotazioni ridottissime come le attuali, ma nelle quali dovrà venir fuori lo spirito migliore, quello più combattivo del roster e la classe di quei giocatori che certamente possono mettere in campo un elevato tasso di qualità.

L'intero gruppo è perfettamente consapevole che il momento è estremamente delicato e che quest'altra ulteriore fase di infortuni a raffica rischia di vanificare una striscia di partite in crescendo che con la rosa al completo aveva fatto segnare otto vittorie su dieci incontri disputati.

I ragazzi vogliono però cancellare la brutta prestazione fornita domenica a Roma, ricacciare indietro la sfortuna che li sta bersagliando da troppo tempo, preparandosi ad affrontare la pur temibile Alfa Omega con tanta determinazione ed altrettanta voglia di tornare a far bene.

 






Facebook Twitter Rss