ANNO 9 n° 258
''Spostare i low cost da Ciampino a Viterbo''
Dopo ''FuoriPista'', anche il gruppo Demos parla di aeroporto nella Tuscia
19/08/2019 - 06:49

VITERBO - A distanza di anni dall'abbandono del progetto, non si arrestano le voci sulla possibile realizzazione di un terzo aeroporto del Lazio nella città dei papi. Dopo la denuncia fatta qualche settimana fa dai manifestanti del comitato FuoriPista di Fiumicino, ora anche un gruppo consiliare dello stesso Comune è tornato alla carica per chiedere la diminuzione del traffico aereo nei cieli della Capitale.

''Abbiamo iniziato una politica di diminuzione dei voli, ma questo non significa che bisogna indirizzarli tutti verso un aeroporto intercontinentale già congestionato da centinaia e centinaia di movimenti al giorno come quello di Fiumicino - affermano Maurizio Ferreri e Armando Fortini del gruppo Demo.S Fiumicino -.La soluzione era stata trovata anni fa, quella di costruire presso Viterbo un nuovo aeroporto dedicato proprio alle low cost. Un progetto purtroppo depennato da alcuni politici che ha fine del loro mandato hanno preferito appoggiare il progetto del raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino''.

Le dichiarazioni dei due politici, riportate dal quotidiano online Il Faro, sono terminate con un appello nei confronti del sindaco e delle autorità aeroportuali. ''Oggi vogliamo ribadire lo stesso pensiero di allora - concludono i due consiglieri -. No al raddoppio del Leonardo Da Vinci e si ad un nuovo aeroporto nel Lazio dedicato ai voli a basso costo''.






Facebook Twitter Rss