ANNO 8 n° 348
Sottili: ''Abbiamo fatto una partita
ottima per 70 minuti'', poi il buio
Il tecnico della Viterbese rammaricato per il pareggio. ''Poco tempo per allenarsi''
03/12/2018 - 06:47

VITERBO - (f.c.) Stefano Sottili ha avuto una settimana per lavorare in modo continuativo con la squadra e, il risultato, si è visto. La Viterbese entra in campo con una mentalità del tutto nuova e il carattere adeguato. Ma ciò che è stato raccolto nel primo tempo si è perso tra le braccia di Francesco Forte non in giornata.

Il tecnico toscano è rammaricato per una partita che sembrava già vinta ed è finita in beffa con un pareggio: ''E’ evidente l’analisi: abbiamo fatto una partita perfetta per 70 minuti e abbiamo rischiato pure di perderla nel finale. Non riuscivamo a tenere i ritmi del primo tempo sin dall’inizio e ci siamo mangiati il terzo goal. Poi è normale che se giochi con una squadra che ha grandi cambi e giocatori di qualità, se abbassi un attimo il ritmo, prendi goal''.

Il Trapani, oggettivamente, è una squadra che punta al vertice, ma nel primo tempo è stata sopraffatta dal fanalino di coda: : ''Noi dobbiamo pensare che lavorando e correndo siamo riusciti, oggi, a mettere in difficoltà una delle squadre più forti del campionato. Io ho avuto solo una settimana per lavorare interamente nella settimana. E quando lavori senza stop i risultati si vedono. Domani defaticante quindi abbiamo solamente martedì per allenarci’’.

La situazione degli infortuni: ''Polidori è uscito per un problema alla coscia che dobbiamo valutare. Saraniti ha una lesione muscolare: ci vorranno almeno una decina di giorni per rivederlo. Bovo? E' la situazione più complicata. Ha accusato un problema all'orecchio che va curato''.

Per un tecnico rammaricato ce n’è quasi sempre uno con il sorriso. Infatti Vincenzo Italiano è soddisfatto, ma quasi deluso per non aver addirittura agguantato una vittoria che sarebbe stata una beffa ancora maggiore per i padroni di casa. ''Si erano creati anche i presupposti per vincere. Abbiamo avuto grande carattere per l'ennesima volta. Ma la Viterbese – esordisce l’allenatore dei siciliani - è una squadra di valore e non si capisce come mai sia ancora in quel punto e non riesca a vincere. I due goal dei gialloblù potevamo evitarli con maggiore attenzione, anche se, i padroni di casa hanno creato parecchie occasioni. Questa rimonta è motivo di orgoglio''.

Una frenata per i granata che puntano al vertice della classifica: ''Siamo una squadra giovane: bisogna lavorare sui difetti, ma oggi il bicchiere è mezzo pieno. Con la buona sorte poteva arrivare qualcosa in più ma ci teniamo bello stretto questo pareggio’’.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY





Facebook Twitter Rss