ANNO 9 n° 259
Sorianese serve continuità, Monterosi nella tana del Rieti
29/09/2013 - 04:01

di Domenico Savino

VITERBO – Se la giornata scorsa doveva essere quella del riscatto, quella che sta per iniziare in Eccellenza laziale deve essere quella delle conferme. Impegni non facili attendono le compagini delle Tuscia nel massimo campionato di calcio regionale. Detto della Viterbese che è candidata a fare un torneo a sé stante, la Sorianese gioca in casa contro il Città di Monterotondo, Monterosi nella tana del Rieti, il Montefiascone viaggia a Villanova, sfida tra ultime quella che vede di fronte Caninese e Fregene.

Il campionato sta entrando nel vivo. Siamo alla terza giornata, i primi valori stanno venendo fuori anche se è troppo presto per dare giudizi. Intanto le squadra dovranno iniziare a centellinare le forze in vista degli impegni infrasettimanali di Coppa Italia. Infatti dopo il turno preliminare parte la competizione tricolore con le gare dei sedicesimi di finale (andata il 2 ottobre, ritorno il 16). Quindi sarà necessario capire come i tecnici gestiranno le tre gare in sette giorni e quali scelte tecniche faranno. Intanto c’è il campionato e vale la pena analizzare una gara per volta per capre il cammino che attende le altre squadre viterbesi.

SORIANESE - Quattro reti per rimettersi in carreggiata e dimenticare i passi falsi del debutto e l’eliminazione dalla Coppa. Serviva una vittoria così rinfrancante per la Sorianese: perché iniziavano a serpeggiare i primi dubbi e la squadra aveva bisogno di ritrovarsi sul campo. La compagine cimina anche lo scorso anno aveva avuto una partenza con il freno a mano tirato e il successo sull’Empolitana Giovenzano è utile a non perdere contatto dalle prime che sono a punteggio pieno e a confermare la bontà del progetto e delle scelte estive.

Non a caso le reti del poker sono state formate dai giocatori che più dovranno incidere come Maestà, Lazzarini, De Lucia e il giovane Andreoli. Ora arriva al “Comunale” il Città di Monterotondo ancora al palo in graduatoria. E la gara somiglia tanto a quella contro il Monterosi con la speranza che gli uomini di Camillucci abbiano compreso la lezione. I rossoblu avranno, poi, tutta la settimana per preparare la sfida contro il Grifone Monteverde dal momento che sono stati eliminati dalla Coppa.

MONTEFIASCONE – Alle ottime prestazioni non stanno seguendo i punti per il Montefiascone. I gialloverdi hanno raccolto molto meno di quanto seminato. Prima la sconfitta di Rieti, poi il pari interno contro il Civitavecchia di domenica scorsa, adesso la sfida a Guidonia contro il Villanova che viaggia con sei punti già messi in tasca. Sulla carta sembra un avversario alla portata, ma la partenza sprint dei tiburtini indice a prendere la gara con le molle e a non fidarsi. Del Canuto, comunque, deve proseguire sulla strada intrapresa. Nel calcio si vivono momenti in cui il raccolto è misero, ma alla lunga il lavoro e il sacrificio ripagano. Magari a partire da domenica prossima. Per i falisci mercoledì c’è il derby di Coppa contro la Viterbese.

MONTEROSI – Una partenza così è il massimo che si aspettavano lungo la Cassia: quattro punti tra Cerveteri e Sorianese, ma il tour de force non finisce: c’è il Cerveteri in campionato e il Grifone Monteverde in Coppa. Non male per una squadra composta per buona parte da giovani che stanno vivendo al massimo il battesimo del fuoco. Scorsini è tecnico navigato e sa come catechizzare il gruppo. Anche per lui la strada intrapresa sembra quella buona. Non resta che seguirla.

CANINESE – Se non ci fosse il Civitavecchia, che deve scontare la penalizzazione, la Caninese sarebbe sul fondo della classifica. Evidentemente serve ancora del tempo a Enrico Centaro per dare un corpo e un’anima alla squadra. Tuttavia deve fare in fretta: il campionato è complesso, tante sono le squadra attrezzate dal punto di vista qualitativo. La sfida contro il Fregene (anche i tirrenici sono ancora al palo) può essere l’occasione per muovere la graduatoria. Tornando a confidare ne fortino del Piermattei. Anche per i maremmani c’è un delicato impegno di Coppa Italia a Civitavecchia.





Facebook Twitter Rss