ANNO 8 n° 109
Sindacato Fials: ''Contratto dei dipendenti nella sanità, uno scandalo, una vergogna''
14/03/2018 - 09:53

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo dal sindacato Fials Viterbo:

Dopo 40 anni per la prima volta, il sindacato autonomo Fials non ha firmato la pre intesa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei dipendenti del comparto del Servizio Sanitario Nazionale. I sindacati Clgil-Cisl-Uil, incuranti delle proteste dei sindacati autonomi, senza un confronto preventivo e democratico con i lavoratori, hanno voluto firmare un contratto iniquo e scandaloso.

Ora la triplice, cerca con tardive quanto superflue Assemblee dei lavoratori, di sminuire e giustificarsi arrampicandosi sugli specchi, sapendo che i dipendenti del comparto sanitario italiano, sono tra i meno pagati d’Europa. Ci permettiamo come Fials di fare alcuni esempi facilmente riscontrabili, che evidenziano come le retribuzioni dei lavoratori europei nel settore sanitario, con la stessa qualifica di quelli italiani, siano di importo anche oltre il doppio di quelle erogate in Italia.

Norvegia: un infermiere, un tecnico radiologia ecc, guadagnano netti mensili tra € 2.500,00 ed € 3000,00+ varie agevolazioni, un amministrativo di basso livello, guadagna netti oltre € 2000,00 mensili;

Germania: un Oss guadagna netti mensili oltre € 2000,00 e se fa i festivi, arriva ad € 2500,00 infermieri e tecnici , arrivano a circa 3000,00 euro mensili;

Inghilterra: un infermiere guadagna netti mensili (rapporto sterlina- euro) tra € 2700,00 e 3400,00;

In Svizzera e Lussemburgo, siamo ad oltre il doppio di quello che guadagnano i dipendenti del servizio sanitario nazionale italiano quasi per tutte le qualifiche.

Bene, in Italia dopo 10 anni di blocco contrattuale e di perdita reale del potere di acquisto delle retribuzioni, quantificabile mediamente in circa 400,00 euro mensili, sapete quanto a seguito di questo rinnovo contrattuale i lavoratori del comparto della sanità avranno in busta paga al netto delle ritenute fiscali? Da circa € 30,00 della fascia (A) ad euro 55,00 della fascia (Ds).

La Fials che non ha giustamente firmato il contratto non chiedeva la ''luna'', consapevole della situazione economica del nostro paese che è peggiore rispetto ai stati del nord Europa, ma perlomeno, alcuni adeguamenti nelle carriere e nella professionalità e di avvicinarsi a quello che è stato riconosciuto ad alcuni settori, come i vigili del fuoco, che hanno ottenuto meritevoli e giusti incrementi retributivi netti in busta paga, da circa € 200,00 a 280,00 mensili.

Sarebbe quanto mai auspicabile da parte di tutti i dipendenti della ASL di Viterbo, una doverosa ed attenta riflessione su quanto è accaduto, per il comportamento frettoloso ed alquanto sospetto dei sindacati Cgil-Cisl-Uil firmatari di questo contratto di lavoro a dir poco vergognoso.






Facebook Twitter Rss