ANNO 8 n° 289
Simone ed Emanuele trionfano su Sky
Sono loro i Lord of The Bikes incoronati da Diletta Leotta e Guido Meda
13/06/2018 - 07:27

VITERBO - Dopo Alberto Mezzetti è ancora Viterbo a fare da protagonista sul piccolo schermo. Dal reality al talent, dal Grande Fratello a Lord Of The Bikes. Trionfano, su SkyUno, Simone Trippini ed Emanuele Pintus. I due ragazzi, che hanno iniziato il loro percorso al fianco di Diletta Leotta, Guido Meda e Faso di Elio e Le Storie Tese, hanno superato anche la finalissima. Il martedì sera si sono sfidati con altri concorrenti di tutta Italia nella customizzazione di vespe. Ogni episodio è stato caratterizzato da un tema, una linea guida che ha spinto i partecipanti a tirar fuori il proprio estro per modificare le due ruote dal punto di vista strutturale.

Cinque i finalisti che si sono scontrati ieri sera: hanno avuto 15 giorni di tempo per decorare la propria vespa secondo un tema, per l'occasione, libero. Simone ed Emanuele hanno trionfato dopo aver realizzato la vespa del futuro: dai pulsanti touch all'accensione senza l'utilizzo della chiave. Un omaggio al centenario del marchio che avverrà fra una trentina di anni circa. Per i dettagli riguardati l'elettronica è entrato in trasmissione anche Manuel Bolognesi, titolare della MB-Industry. Prezioso anche l'ausilio della Primapaint Srl per il materiale della ccarrozzeria. 

La Vespa del futuro, completamente argentata, ha preso il nome di ''Trip To Time 1946-2046'' e la sua particolare accensione ha conquistato tutti i giudici. Ognuno, infatti, ha ricevuto una scheda personalizzata che ha consentito al mezzo di riconoscerne l'identità per porgere il proprio saluto. ''Buongiorno Diletta, dove ti porto?'' è la domanda che ha fatto innamorare la giornalista sportiva divertita anche dalla citazione dedicata a Guido Meda.

I due viterbesi sono titolari dell'officina del Poggino, dove hanno realizzato le modifiche, e che ha ricevuto, qualche settimana fa, la visita della troupe televisiva che ha realizzato una presentazione. Un trionfo atteso e meritato per gli artisti delle due ruote.






Facebook Twitter Rss