ANNO 9 n° 290
Sicurezza, via libera all'Odg della Lega
Tra le richieste 75mila euro per nuove telecamere e per attivare ‘ronde’ di segnalazione
31/05/2019 - 01:10

 

di Annamaria Lupi 

VITERBO - Un ordine del giorno impegna ma non delibera. Un atto di indirizzo rivolto a sindaco e giunta di attivarsi in materia di sicurezza. Così la Lega ha presentato il documento sintetizzato in 6 punti che prevedono: incremento di telecamere di sorveglianza nei principali parchi cittadini e in aree quali S. Faustino e S. Pellegrino (25mila euro); valutare assunzioni a tempo determinato di unità di Polizia locale per presidiare le vie del centro; la creazione di una Consulta permanente per la sicurezza; attivarsi per procedere a interventi di riqualificazione urbana delle aree più disagiate; valutare la possibilità di creare una postazione mobile interforze nei quartieri ritenuti maggiormente a rischio; prevedere uno stanziamento di 50mila euro per attivare, d’intesa con il Prefetto, le procedure per la stipula di una convenzione con associazioni di volontariato d’Arma al fine di creare un organismo di cittadini osservatori volontari che possano collaborare in attività di informazione alle Forze di polizia.

E proprio su quest'ultimo punto si sono maggiormente accentrate le critiche dell’opposizione.

“La sicurezza non può essere demandata a chi non lo fa per mestiere. No a privati cittadini, si rischia il Far west” tuona il consigliere Francesco Serra dichiarandosi a favore del vigile di quartiere previsto nell’Odg presentato dalla capogruppo di Viterbo 2020 Chiara Frontini.

Il sindaco Arena non vede in maniera sfavorevole l’idea dei “cittadini organizzati. Il cittadino dovrebbe essere occhio e orecchio della città, le segnalazioni sarebbero un aiuto utile per le forze dell’ordine”.

Varie voci, e non solo di minoranza, si alzano per chiedere di trovare una sintesi tra i due ordini del giorno sottoposti all’attenzione dell’assemblea consiliare. Nulla da fare.

Quello presentato dalla Frontini viene respinto.

Via libera, dalla maggioranza fatta eccezione per Purchiaroni che vota contro, a quello della Lega insieme all’emendamento di Fratelli d’Italia per l’istituzione della figura del manager urbano della sicurezza.






Facebook Twitter Rss