ANNO 8 n° 290
''Si tratta dell'ennesima caduta di stile''
Sergio Insogna contesta il comportamento di alcuni consiglieri
15/12/2017 - 16:34

Riceviamo e pubblichiamo da Sergio Insogna

VITERBO - La farsa messa in piedi oggi nei confronti dell’Assessore Saraconi da alcuni consiglieri del Pd, rasenta la ipocrisia politica più sfacciata e priva di ogni rispetto per le istituzioni ed anche per chi oggi, bene o male, ha portata avanti un progetto amministrativo che consentirà ( ma il condizionale visti gli appetiti diversi che si stanno accendendo ) alla Città di poter avere 17.000.000 di investimenti.

Sono mesi che si parla del Quadrante Nord, dei progetti legati al Poggino ed altre zone della Città nel silenzio totale dei consiglieri di maggioranza, alcuni di essi si sono fatti vanto pubblicamente di questi progetti, ed oggi scopriamo che alcuni di essi hanno dubbi e remore sui medesimi progetti.

Ieri il capogruppo di Oltre le Mura ha fatto le lodi dell’Assessore e dei progetti.

Ieri nessuno ha detto nulla quando il Sindaco ha spiegato i motivi strategici ed economici che hanno ispirato i progetti elencati, ed i motivi amministrativi che li hanno determinati.

Ieri silenti ed obbedienti, non si sa a chi ed a cosa, ed oggi “leoni” per destabilizzare un Assessore della maggioranza, già a suo tempo privato del settore LL.PP. senza alcun motivo ed oggi, davanti ad una bella torta amministrativa di sua competenza, messa con le spalle al muro e di fatto sfiduciata.

Noi consiglieri di opposizione con ragionamenti diversi abbiamo avuto il coraggio di esternare sia l’apprezzamento per il risultato ottenuto principalmente dall’Assessore Saraconi e sia per esternare e motivare le nostre perplessità sui metodi ed anche sui progetti, lo abbiamo fatto in maniera leale ed a viso aperto.

Qui invece assistiamo all’ennesima caduta di stile di alcuni consiglieri che preferiscono colpire alle spalle e preferiscono non dire le cose in Consiglio Comunale, ed aprire una seria discussione nelle commissione e nei luoghi istituzionali, ma preferisco la conferenza stampa a tradimento e secondo loro ad effetto.

Mi auguro che il Sindaco a cui essi fanno riferimento, che in Consiglio ha sostenuto la validità di quei progetti, mantenga una dignità amministrativa adatta a far si che questo evento positivo per la città non diventi terreno di scontro della maggioranza, allo scopo di dividere la torta appetitosa di 17.000.000.

Purtroppo si rischia di nuovo di dare segnali politici ed amministrativi inquietanti e di difficile comprensione.

Le cose non accadono mai per caso e questa tempistica e le modalità, potrebbero confermare le inquietudini politiche ed amministrative legate a questa vicenda.

Tanto era dovuto

 






Facebook Twitter Rss