ANNO 10 n° 21
Shoah, cancellato viaggio della memoria. Protesta il Pd
''Scelta incomprensibile. Il Comune di Civita ci ripensi''
10/12/2019 - 20:10

CIVITA CASTELLANA - ''Dalla risposta a un’interrogazione consiliare - spiegano Simone Brunelli e Vanessa Losurdo (Pd) - apprendiamo che da quest’anno i ragazzi delle scuole superiori che parteciperanno al progetto 'I giovani incontrano la Shoah' non verranno portati ad Auschwitz, ma che il premio 'consisterà nell’attribuzione di una medaglia e in un premio in denaro all’Istituto di Istruzione superiore che potrà andare a finanziare progetti scolastici utili a sostenere campagne contro il razzismo è l’antisemitismo'''.

Continuano Losurdo e Brubelli: ''Senza voler fare inutili strumentalizzazioni, troviamo questa scelta profondamente sbagliata, perché non esiste miglior 'campagna contro il razzismo e l’antisemitismo' che portare i ragazzi a vedere con i propri occhi gli orrori perpetuati nei campi di concentramento nazisti. Invitiamo pertanto pubblicamente l’Amministrazione comunale a rivedere questa scelta sbagliata e incomprensibile''.

Di seguito la risposta che era stata fornita dall'assessore Alberto Cataldi:

''Questa amministrazione è comunque sempre sensibile agli orrori che hanno caratterizzato il secolo scorso e che ha visto vittime uomini, donne e bambini di ogni età, ceto sociale e provenienza. Anche quest’anno il Comune di Civita Castellana, ed in particolare l’assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione, manterrà vivo il ricordo delle vittime della Shoah e la manifestazione, cui è stata Edith Brook, una sopravvissuta ai lager che ha combattuto attraverso la parola scritta e parlata il rischio oblio delle atrocità commesse dal nazismo, manifestazione che verrà finanziata anche se in maniera diversa rispetto alle scorse edizioni. Infatti, pur mantenendo il bando (già redatto) l’impostazione degli anni precedenti, il premio che verrà destinato agli studenti vincitori consisterà nella atrribuzion di una medaglia d’oro (o d’argento secondo la classificazione) e in un premio in denaro all’Istituto di Istruzione superiore dei ragazzi, denaro che potrà andare a finanziare dei progetti scolastici utili a sostenere campagne contro il razzismo e l’antisemitismo''.






Facebook Twitter Rss