ANNO 8 n° 348
Settima Pool A, Tuscania viola il PalaEstra
Finita positivamente la sfida ai padroni di casa dell'Emma Villas Siena
18/03/2018 - 09:56

TUSCANIA - Settima giornata di Pool A al PalaEstra di Siena la Maury's Italiana Assicurazioni sfida i padroni di casa dell'Emma Villas Siena. Match molto importante in chiave Play Off, le due formazioni a pari punti e rispettivamente quarta e quinta in classifica, cercano il miglior piazzamento nella griglia. Numerosi i tifosi biancazzurri che hanno raggiunto la cittadina toscana per sostenere la squadra.

Coach Cichello schiera Fabroni, Boswinkel, Fedrizzi, Vedovotto, Bargi, Melo e libero Giovi. Coach Montagnani risponde con Pedron-Mochalski, Cernic-Shavrak, Festi-Calonico e libero Sorgente.

CRONACA

Il match parte con equilibrio fino al 6 pari quando Siena con tre muri consecutivi, due di Boswinkel su Cernic, scava un piccolo break che li porta sul 10-7. Tuscania si riprende da questa piccola scossa, soprattutto un buon Mochalski in cambio palla e break-point, recupera lo strappo e si porta in vantaggio 13-14 con un muro di Festi. Set equilibrato fino al 18-20 quando Tuscania fa un break di 4 punti con un muro ed un attacco di Shavrak ed un muro di Calonico. Il set si chiude 19-25 con un attacco al centro di Calonico.

Il secondo parziale si apre con il sestetto di Siena che vede Melo passare in posto quattro rilevando Vedovotto, Spadavecchia prende il posto lasciato vacante da Melo. Il set parte subito bene per il Tuscania che con tre contrattacchi consecutivi vincenti si porta avanti 3-7 costringendo Cichello al time-out discrezionale. Al rientro in campo la situazione non cambia, i biancazzurri sono un fiume in piena e capitan Cernic sfrutta l'accoppiamento con Melo in ricezione e sigla due ace consecutivi che portano Tuscania sul 4-10. Ormai il set sembra compromesso ed i padroni di casa provano a giocare la carta del neo acquisto Van Dijk con un doppio cambio insieme a Di Tommaso, ma il parziale continua sull'inerzia di Tuscania. Per Siena non c'è possibilità di rientro e sul 15-20, dopo una battuta sbagliata, Fabroni lascia nuovamente il campo ed il set è di Tuscania per 19-25.

Il terzo parziale vede una nuovo sestetto per Siena, dentro Spadavecchia e Melo al centro, Van Dijk titolare e rientra Vedovotto. C'è un cambio di rotta in questo set per i padroni di casa che fa sì che coach Montagnani debba chiamare subito il time-out discrezionale sull'8-5 per poi ripetersi sul 13-6 quando il turno in battuta di Melo è incontenibile per il cambio palla di Tuscania che crolla 16-6. Il set è ormai compromesso ed il coach di Livorno da ampio spazio ai ragazzi della panchina con l'ingresso di Cro', Buzzelli e Piscopo. Siena chiude 25-11.

Il quarto set è con un punteggio ad elastico. Parte bene Siena con 3-0 subito ricucito da un triplo punto di Mochalski in attacco. Equilibrio fino al 12 pari con cambi palla molto efficiente da una parte e dall'altra. Poi Siena con un turno di battuta di Fedrizzi costringe al time out Montagnani sul 15-13 in quanto Tuscania pur avendo avuto tre ricezioni buone di Shavrak non riesce a fare cambio palla. Al rientro in campo i padroni di casa appaiono più decisi a voler portare la partita al tie-break e si porta ulteriormente in vantaggio di un'altra lunghezza sul 18-14 quando l'attacco di Mochalski chiamato out. Solito giro dietro per Bonami che rileva Shavrak per cercare di contenere le bordate che arrivano dal campo avversario. L'inerzia del set è ormai dalla parte di Siena e quindi Tuscania si rassegna a dover giocare uno dei pochissimi tie-break della stagione. I padroni di casa chiudono il parziale 25-21.

Il tie-break inizia con i sestetti del set precedente. L'equilibrio regna sovrano fanno al cambio di campo quando l'alternanza di punti è praticamente uno per parte, 8-7 con ace di Vedovotto. Appena girato il campo un ace di Calonico su Giovi porta per la prima volta Tuscania in vantaggio nel set. 8-9. Si susseguono azioni spettacolari con difese da una parte e dall'altra e sul 13 pari coach Montangani chiama time out pe disturbare la battuta di Fabroni ma non ha l'effetto desiderato e Calonico si fa murare da Melo, primo match point a favore di Siena. Shavrak non ci sta e prima riceve poi attacca e lo annulla. L'errore in attacco di Melo da il primo match point a Tuscania prontamente annullato da un muro di Van Dijk su Cernic che spreca il contrattacco per chiudere il match. Mochalski da una parte e Fedrizzi dall'altra continuano a far score per le due squadre e sul 20 pari c'è l'errore in battuta di Spadavecchia che manda al match point definitivo Tuscania che chiude la partita 20-22 con un muro a uno di Mochalski su Vedovotto.

DURATA: 25′, 26′, 21′, 30′, 25.

ARBITRI: Luca Grassia, Giuseppe De Simeis.

EMMA VILLAS SIENA – MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 2-3 (19-25, 19-25, 25-11, 25-21, 20-22)

Emma Villas Siena: Fabroni 0, Vedovotto 16, Melo 7, Boswinkel 6, Fedrizzi 23, Bargi 4, Pochini (L), Van Dijk 18, Giovi (L), Di Tommaso 0, Graziani 1, Spadavecchia 8. N.E. Braga. All. Cichello.

Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania: Pedron 1, Shavrak 16, Calonico 3, Mochalski 28, Cernic 12, Festi 3, Sorgente (L), Bonami (L), Piscopo 3, Buzzelli 2, Cro' 0. N.E. Seveglievich, Gentilini, Della Rosa, Ragoni, Sartori. All. Montagnani. ARBITRI: Grassia, De Simeis Giuseppe.






Facebook Twitter Rss