ANNO 7 n° 83
Serie D, la Flaminia sfida il Monterosi
Il match clou di domenica è ''il classico'' della Tuscia
17/03/2017 - 02:00

di Stefano Renzo

VITERBO – Il big match della giornata è il derby tutto viterbese che domenica mette di fronte la Flaminia ed il Monterosi. Una straprovinciale che non è fine a se stessa e che non riguarda il solo campanile, ma una partita cui guarda con interesse gran parte del girone, visto che il suo risultato potrebbe dare un significato particolare alla lotta, tuttora molto incerta, per la vittoria finale nel girone G del campionato di serie D.

Partendo dall’alto della graduatoria, sembra al riparo da sorprese la capolista Rieti (55 punti) che affronta la trasferta non impossibile sul rettangolo del Città di Castello (14), squadra comunque ancora alla ricerca di punti che possano farla sperare di giocarsi la permanenza nella categoria con i play out. Il pronostico è obiettivamente dalla parte dei reatini di mister Paris cui non è consentito di abbassare la guardia per non rischiare di perdere il primato.

Un primato cui continua a rivolgere lo sguardo la formazione sarda dell’Arzachena (54) attualmente seconda ad una sola lunghezza dalla battistrada laziale. L’undici di mister Giorico, protagonista di un girone di ritorno da primato (conquistati 22 dei 27 punti disponibili) riceve sul proprio campo il Lanusei (31) in un derby tutto da seguire ed assolutamente da vincere per continuare a coltivare il sogno.

Ed eccoci al derby viterbese cui le protagoniste si stanno preparando da due settimane, complice la sosta del campionato di domenica scorsa. Una partita cui gli ospiti di mister D’Antoni chiedono un solo risultato, quello del bottino pieno, un confronto che i rossoblu di Pierluigi Vigna affrontano invece con uno stato d’animo diverso, probabilmente con meno pressioni rispetto agli ospiti. Non può concedersi lussi di alcun genere il Monterosi che ad otto giornate dal termine del campionato è in piena corsa in un volatone che promette scintille e, chissà, anche colpi di scena per la conquista della promozione tra i professionisti, cosciente però che ogni errore da adesso in poi potrebbe essere quello decisivo, giocherà con maggiore serenità la squadra di casa che delle due è quella che ha meno da perdere dai novanta minuti domenica. All’andata vinsero con il minimo scarto, 1-0, gli allora padroni di casa del Monterosi.

Gli altri incontri del turno numero 27, decima di ritorno, contemplano la trasferta dell’Ostia Mare quarta in classifica sul campo della Torres che cerca la clamorosa risalita verso la zona play out, ed il confronto interno dell’Albalonga che contro il Lattedolce cercherà di dimenticare la sconfitta accusata nella sua ultima uscita, quella sul campo del Trestina. Scontro diretto in prospettiva play off quello tra Sansepolcro e L’Aquila, discorsi di alta classifica li fa la Nuorese che ospita il San Teodoro e si parla di punti preziosi per la miglior salvezza possibile in Avezzano – Trestina. Riposa il Muravera, avrebbe dovuto ospitare il Foligno da tempo escluso dal campionato, che si vedrà accreditare i tre punti in classifica senza giocare.






Facebook Twitter Rss