ANNO 7 n° 348
Sensibilità dentale? Perché e cosa fare
A cura del Dott.re Andrea Di Martino
07/09/2017 - 10:47

Viterbo -  Il dente è formato da diversi strati: lo smalto che protegge la dentina che a sua volta protegge la polpa ricca di vasi sanguigni e terminazioni nervose.

Quando la dentina non è più coperta dallo smalto, dovuto a fattori traumatici abrasivi come uno spazzolamento errato, o a fattori erosivi dati da sostanze acide oppure recessione gengivale, anche semplici abitudini risultano aggressive, come masticare, spazzolare e inspirare aria fredda.

In commercio l'unica soluzione per alleviare il dolore è comprare un dentifricio e collutorio per denti sensibili con uno spazzolino a setole morbide; invece per risolvere il problema vi consigliamo una nostra attenta visita con un corretto trattamento in poco tempo. Con una semplice seduta di 10 minuti possiamo restituire la sensibilità dentale grazie all'utilizzo di un minerale resistente e compatibile al nostro corpo umano denominato idrossiapatite in sospensione.

Quindi legando l’idrossiapatite già presente nel dente a l’idrossiapatite iniettata, si andrà a cristallizzare la base dentale, sigillando i tubuli dentinali e le fratture dello smalto, quindi si formerà subito uno strato protettivo con un risultato immediato.

Nei casi in cui non si trova rimedio dopo alcune applicazioni, si può ricorrere al laser,che oltre ad eliminare il problema dell'ipersensibilità al caldo, al freddo e alla pressione, ha un grande effetto antibatterico. Questo dispositivo che agisce tramite un raggio di luce monocromatico funziona con differenti lunghezze d'onda, a seconda del campo di applicazione ed offre una svariata serie di vantaggi, soprattutto nei soggetti ansiosi e che hanno la fobia della poltrona del dentista.

Non è la prima volta che il laser viene utilizzato per questo tipo di patologia e il presidio è in grado di sterilizzare le tasche paradontali senza nessun trauma, senza alcun effetto collaterale e con la sicurezza, che i batteri presenti nel cavo orale vengano distrutti al 100%. Grazie alla presenza nel nostro studio di questi strumenti all'avanguardia siamo riusciti a restituire la normale sensibilità dentale dando al paziente tutte le migliori soluzioni.

 

DOTT.RE ANDREA DI MARTINO

 01100 - Viterbo (VT) Lazio

 Via Garbini, 51/A

 Mob.3288398838

 Mail andreadimartino79@alice.it







Facebook Twitter Rss