ANNO 7 n° 322
''Semi di pace, un valore per il territorio''
Mazzoli alla firma per la concessione della Cittadella all'associazione
18/05/2017 - 09:30

TARQUINIA - ''Sono molto felice di essere qui per festeggiare l’avvenuta firma del contratto di concessione della Cittadella da parte del Demanio a Semi di Pace perché questo rappresenta un elemento di certezza in più e tranquillità per l’associazione stessa che d’ora in avanti potrà dedicarsi con maggiore forza alla programmazione delle attività, dei servizi e delle relazioni sviluppate nel corso degli anni e che sicuramente svilupperete in futuro''. Lo ha detto Alessandro Mazzoli, deputato del Partito democratico, intervenendo oggi a Tarquinia alla festa per la concessione della Cittadella a Semi di Pace. Tra i presenti, il direttore nazionale dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, il suo omologo regionale Massimo Iannelli, il sindaco Mauro Mazzola e il suo vice Enrico Leoni.

''Grazie – ha detto Mazzoli ai rappresentanti dell’associazione e al uso presidente Luca Bondi - per avermi chiesto di dare una mano al fine di raggiungere un obiettivo che sembrava difficile da raggiungere. Considero questo un risultato importante non solo per Semi di Pace ma anche per la città di Tarquinia che grazie alla lungimiranza dei suoi amministratori, come Maurizio Conversini e Mauro Mazzola, che hanno lavorato affinché questo traguardo potesse diventare realtà. La concessione dell’area per i prossimi 19 anni significa che qui si è fatto e si continuerà a fare volontariato, inclusione sociale, partecipazione attiva dei cittadini. Una risorsa straordinaria per tutto il territorio. La stessa concessione della Cittadella è un risultato importante per la nostra provincia, considerato il valore e il prestigio che ha l’associazione Semi di Pace, la quale rappresenta una particolarità per quella capacità che ha da 37 anni di costruire relazioni locali, nazionali e internazionali e di essere punto di riferimento e di incontro tra le diverse fedi religiose''.

''Questa associazione – ha concluso – è un patrimonio inestimabile e questo riconoscimento a Semi di Pace è un valore straordinario per tutta la provincia. Ringrazio tutti i volontari perché siete stati capaci di costruire un luogo di inclusione sociale. Grazie al Demanio, al suo direttore nazionale che ha dimostrato una disponibilità immediata, comprensione del valore dei progetti e ha creduto in questa scelta, mantenendo l’impegno della concessione in tempi stretti. Il Demanio non ci ha aiutati a risolvere soltanto un problema ma a fare un grande passo avanti per Semi di Pace, per Tarquinia e il territorio, un motivo di orgoglio per tutti''.







Facebook Twitter Rss