ANNO 8 n° 109
Secondo test estivo per i gialloblu
Oggi alle 17.30 a Chianciano altra amichevole con la squadra locale
Possibile esordio alla Viterbese per Mallus, Gaeta e Cencelli
28/07/2016 - 09:21

VITERBO (s.r.) – Altro test per la Viterbese oggi pomeriggio. Sul campo di Chianciano, dove i gialloblu sono in ritiro oramai da undici giorni, la squadra di Giovanni Cornacchini, alle 17.30, affronta in amichevole l’undici di casa, quella Virtus Chianciano che si appresta ad affrontare il campionato toscano di Seconda Categoria. In campo due squadre di categorie molto distanti l’una dall’altra ed è lecito quindi non attendersi nulla di particolare sul piano del risultato. Risultato che poco se non niente interessa al tecnico marchigiano che invece spera di registrare progressi sia sul piano della condizione atletica che su quello della applicazione del calcio su cui la sua squadra sta lavorando dal giorno in cui ha iniziato la preparazione.

Ancora assente Abou Diop sempre alle prese con problemi fisici, potrebbero invece trovare spazio, qualora la loro condizione atletica lo consenta, gli ultimi arrivati in ordine di tempo, il difensore Marco Mallus che certo non ha bisogno di farsi conoscere da quello che è stato il suo allenatore anche fino ad un mese fa nell’Ancona, e l’attaccante Marco Gaeta che si propone in gialloblu dopo una stagione ricca di gol (20) realizzati nelle file dell’undici milanese dell’Inveruno. Possibile, infine, anche l’esordio viterbese di Diego Cenciarelli, il centrocampista ex Teramo arrivato a Chianciano quasi una settimana fa che nell’amichevole di lunedì è rimasto fuori per una condizione fisica diciamo così non eccellente.

La Viterbese che gioca oggi pomeriggio si allena anche questa mattina, senza alcuna variazione al programma. Lo ha fatto anche ieri con una doppia seduta, la seconda delle quali, quella del pomeriggio, Cornacchini è stato costretto ad interrompere a causa di un violento acquazzone che per alcuni lunghi minuti si è abbattuto sulla cittadina termale, una precipitazione che rendeva impossibile proseguire l’allenamento.

Parallelamente a quello che avviene a Chianciano, la Viterbese è interessata eccome anche a ciò che si verifica altrove, ad esempio a conoscere il prima possibile la composizione dei gironi. Ieri in serata, il presidente della Lega Pro, Gravina ha rilasciato interessanti dichiarazione sulla possibilità che si possa veramente tornare al format delle 60 squadre ed ha addirittura sciorinato un elenco quasi completo delle possibili (11) ripescate; non senza aver precisato che tale elenco deve adesso passare al vaglio della Covisoc prima del 4 agosto quando il Consiglio Federale sarà in grado di deliberare l’esatta composizione del prossimo campionato di serie C. Alla luce di quanto rivelato da Gravina esistono possibilità più che concrete che la Viterbese non venga inserita nel girone meridionale, quello che sulla carta appare il più ''complicato'', tanto da essere stato già definito un campionato di B2.





Facebook Twitter Rss