ANNO 9 n° 145
''Sconfitta evitabile, condannati da un episodio''
Mister Calabro mastica amaro dopo il ko rimediato a Siracusa
21/02/2019 - 06:22

VITERBO - 'Un episodio ci ha condannato ad una sconfitta evitabile'. Mastica amaro in sala stampa il tecnico della Viterbese Antonio Calabro per il ko di Siracusa. Al 'Nicola De Simone' i laziali non si sono espressi al meglio delle loro possibilità, pagando dazio contro una squadra che determinata forse anche più motivata. 'Abbiamo perso per mancanza di lucidità in occasione del gol di Tiscione che – spiega l'allenatore della Viterbese – ha cambiato l'inerzia della partita, mettendola come voleva il Siracusa, che ha potuto agire in ripartenza, facendo una gara di contenimento per tutto il secondo tempo. Noi siamo stati costretti a portare tanti giocatori oltre la linea della palla per recuperare il risultato, sprecando energie fisiche e mentali perché non riuscivamo a sfondare e ci innervosivamo. Dato che era inutile insistere per vie centrali, ho cercato di dare ampiezza al nostro gioco inserendo due attaccanti esterni per sfruttare meglio le corsie laterali. Purtroppo siamo stati poco lucidi, il Siracusa si è difeso bene e nel secondo tempo, pur attaccando a testa bassa, abbiamo costruito poche occasioni. Se a Cava eravamo riusciti a raddrizzare la gara, stavolta è andata diversamente e sono dispiaciuto perché abbiamo perso per una nostra disattenzione, subendo gol a squadra schierata e su palla inattiva. Se lasci un giocatore come Tiscione nell'uno contro uno, rischi di essere punito'. Calabro rende comunque merito ad un Siracusa che specie nel primo tempo, ha creato delle difficoltà ai suoi giocatori. 'Quando gioca così, il Siracusa – commenta – diventa squadra fastidiosa. Già dieci giorni fa contro la Reggina ha giocato un buon calcio e non avrebbe meritato di perdere. II sintetico? E' un terreno più pesante negli appoggi, veniamo da partite intense con tanto minutaggio nelle gambe e forse oggi in questo terreno i miei hanno fatto più fatica. Non cerco alibi però. Abbiamo perso e basta. Per quanto riguarda Luppi – conclude l'allenatore ospite - mi ha chiesto il cambio per un guaio muscolare. Speriamo sia solo un risentimento.





Facebook Twitter Rss