ANNO 9 n° 319
Schiarita su Palazzo dei Priori
Il chiarimento tra il sindaco Arena e l'assessore Contardo s'è fatto e adesso è tornato il sereno. Il vero casus belli? Le malelingue sempre in agguato
09/11/2019 - 06:54

di Alessia Serangeli

VITERBO – Su quanto sia realmente accaduto tra il sindaco Giovanni Maria  Arena ed il suo ex vice Enrico Maria (anche lui) Contardo è mistero fittissimo.

Cosa avrà fatto mai il secondo per far perdere le staffe al primo? Ah saperlo. Sul decreto di revoca si legge ''ragioni di opportuntà'' per le quali ''si è ritenuto di dispensare il medesimo dalla carica di vicesindaco''. Ecco qua. Ma a cosa si riferiscano tali opportunità è un arcano. Certo, deve per forza trattarsi di roba grossa: Arena è personaggio mite, lo conosciamo tutti, e per fargli perdere le staffe Contardo deve aver combinato qualcosa. Ma cosa?

Noi lo abbiamo raggiunto telefonicamente per cercare di cavarne un ragno dal buco. E, con buona pace di tutti, ha rivelato che le nubi in piazza del Plebiscito si sono schiarite (metaforicamente, è ovvio).

Assessore Contardo, che aria tira a Palazzo? Che cosa è successo?

E' tutto abbastanza normale. C'è stato un malinteso, cose che accadono quando si lavora e si hanno grosse responsabilità. La seduta di giunta (quella di martedì 5 novembre, ndr) era già piuttosto tesa, perché c'era stata una variazione di bilancio e la situazione diciamo che è precipitata.

Si sa che il casus belli sarebbe stata la delibera con la quale il Comune ha stanziato il contributo di cinquantamila euro per Caffeina.

Quella delibera è stata data in pasto alla stampa, ma figuriamoci se sono stato io a farlo.

Solo questo il motivo di tanto attrito. O c'è dell'altro?

In realtà, sì, c'è altro. Purtroppo il sindaco aveva ricevuto informazioni inesatte sul mio conto. Sabato scorso ho partecipato ad un incontro di partiti per parlare delle provinciali. Il consigliere Marini mi ha suggerito di non intervenire nel momento in cui si parlava dell'operato dell'amministrazione, essendo io parte in causa. E così ho fatto: mi sono solo limitato a spiegare che, se ancora la famosa revisione delle deleghe è stata fatta solo in parte, è perché non è una faccenda semplice. Punto.

Ma le malelingue sono sempre in agguato e qualcuno è andato a riferire ad Arena che lei non aveva espresso commenti lusinghieri nei confronti dell'amministrazione. Che tra l'altro è un po' come darsi la zappa sui piedi.

Esatto, è accaduto proprio questo. Comunque giusto ieri sera (giovedì, ndr) io e il sindaco ci siamo chiariti e il clima adesso è assolutamente tranquillo. Ripeto: sono situazioni che possono accadere quando si ha la responsabilità di governare una città. 

Tutto è bene quel che finisce bene. E presto sarà di nuovo vicesindaco

Beh, non lo so; ma ci tengo a ringraziare il mio partito per il sostegno e, se dovesse ripropormi, di sicuro non avrei alcun problema a continuare a svolgere questo ruolo.






Facebook Twitter Rss