ANNO 7 n° 351
Scatta l'allarme tra i pali gialloblu Stop per Iannarilli
Il portiere toccato duro a Piacenza
16/09/2016 - 02:00

di Stefano Renzo

VITERBO - È allarme Iannarilli nella Viterbese? Il portiere gialloblu, toccato duro ad una gamba durante la gara di mercoledì a Piacenza, ieri era claudicante ed è rimasto a riposo. Non dovrebbe trattarsi di nulla di particolarmente grave, tutto potrebbe risolversi con un po’ di riposo e qualcosa di più preciso si potrà sapere oggi quando la squadra tornerà ad allenarsi, alla Scuola Sottufficiali. Intanto mister Cornacchini ed il preparatore dei portieri Paolo Gobattoni già da ieri hanno messo sotto torchio Roberto Pini cui dovrebbe toccare difendere la porta gialloblu dalle insidie del Prato qualora Iannarilli fosse costretto a dare forfait.

Ieri, è intanto tornato ad allenarsi Marco Mallus rimasto a riposo fino a mercoledì per un problema muscolare accusato nel corso della gara di domenica passata. Anche sul recupero del difensore se ne potrà sapere di più nelle prossime ore, ma l’ottima prova offerta da Scardala ieri l’altro consente di non dover affrettare il recupero del suo collega di reparto.

Con la seduta, di scarico, di ieri mattina, la Viterbese si è quindi avviata formalmente vero la gara interna (prima di due consecutive) di domenica contro il Prato. Un Prato che ha avuto un avvio di campionato stentato (due pareggi e due sconfitte nelle prime quattro giornate), che è sceso paurosamente verso il fondo nell’infrasettimanale di mercoledì quando è usciti sconfitto pesantemente (4-0) dal campo di una Carrarese che era reduce da tre sconfitte consecutive. Una debacle che ha sollevato molte perplessità nei vertici della società toscana, con il presidente Nicola Radici che, come riportato ieri da reportpistoia.com, ha tuonato: ''È una sconfitta indecorosa, inaccettabile. L'obiettivo primario di domenica prossima non è vincere, ma recuperare la dignità''.

Obiettivo recupero dignità al Rocchi, quindi, per la squadra allenata da Leonardo Acori che, allora trentasettenne, sedette sulla panchina della Viterbese per due stagioni (ed una partita della terza), 1992-93 e 1993-94, ottenendo un terzo ed un quarto posto nel campionato di serie D. Domenica, Leo torna a Viterbo da avversario, ma non è la prima volta che succede: gli è già accaduto nel 1998-99 (serie C) allorché allenava il Gubbio, ed aveva incrociato la Viterbese, ma solo al Liberati, anche prima, nel 1994, quando era sulla panchina della Ternana.

Il confronto tra Viterbese e Prato non è tra quelli inediti che, numerosi, si incrociano in questa stagione. I precedenti tra le due squadre, in gare di campionato, sono 8 ed i numeri sono leggermente dalla parte dei lanieri: tre sono infatti stati i successi della Viterbese, quattro le vittorie del Prato e c’è stato anche un pareggio; 4 le reti realizzate nel complesso dai gialloblu, 5 quelle messe a segno dai toscani. Ed ancora: il Prato ha vinto le sue ultime due apparizioni al Rocchi, il 19 novembre 2006 (Viterbese – Prato 1-2) e il 25 novembre 2007 (Viterbese – Prato 0-1). L’ultima volta che i gialloblu hanno battuto i lanieri risale all’11 marzo 2007: Prato – Viterbese 0-1. L’unico pareggio tra le due compagini è quello dell’ultima volta in assoluto che si sono incontrale: 0-0 per Prato – Viterbese del 20 aprile 2008.

La gara di domenica (inizio ore 14,30) sarà diretta dall’arbitro marchigiano Marco D’Ascanio (Ancona) che si avvarrà della collaborazione degli assistenti abruzzesi Alberto D’Alberto (Teramo) e Luca Solazzi (Avezzano).






Facebook Twitter Rss