ANNO 8 n° 109
Scacco allo spaccio nella Tuscia: arrestate 5 persone e sequestrato oltre 1kg di droga
16/04/2018 - 10:35

TARQUINIA - Scacco allo spaccio nella Tuscia: arrestate 5 persone e sequestrato oltre un chilo di droga tra eroina, cocaina e marijuana pronto per essere venduto.

Tre distinte operazioni, a Vetralla, a Blera e a Tarquinia, questa notte hanno visto impegnate una decina di pattuglie dei carabinieri delle compagnie di Viterbo e Tuscania.

A Tarquinia, i carabinieri del Norm della compagnia di Tuscania, sulla strada Aurelia, hanno fermato e arrestato gli occupanti di un autovettura di piccola cilindrata, che dopo essere stati perquisiti, sono stati trovati in possesso di oltre mezzo chilo di marijuana, imbustata e occultata. Successivamente sono state perquisite le loro abitazioni e sequestrati altri 25 grammi di hashish e 0,6 grammi di eroina. Gli arrestati sono due 30enni italiani, trovati peraltro con numeroso materiale per il confezionamento delle dosi, evidentemente destinate allo spaccio della zona marina dell’Alto Lazio in prossimità degli imminenti week end di inizio estate. Gli arrestati sono stati tradotti presso il carcere di Civitavecchia.

A Blera, i carabinieri della stazione di Vetralla e quelli della stazione di Blera, hanno arrestato nella flagranza del resto di spaccio, un ragazza italiana di 30 anni di Viterbo, già nota ai carabinieri, e un ragazzo albanese di 20 anni. Entrambi sono stati sorpresi con oltre mezzo chilo di hashish e 31 grammi di cocaina oltre al materiale per il taglio e il confezionamento. Sono stati quindi arrestati e ristretti presso le carceri di Civitavecchia la ragazza e il carcere di Viterbo il ragazzo.

A Vetralla i carabinieri della stazione di Vetralla hanno arrestato un ragazzo albanese di 25 anni, che è stato perquisito e trovato in possesso di 7,5 grammi di cocaina, occultata all’interno della sua auto. È stato dunque ristretto presso la camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Viterbo.

L’intensificazione di questo tipo di servizi è stata disposta dal comando provinciale per non abbassare la guardia sul fenomeno dello spaccio di droga nella provincia, maggiormente in previsione dei primi week end pre-estivi che vedranno arrivare numerosissimi giovani e turisti.







Facebook Twitter Rss