ANNO 9 n° 197
''Saldi, opportunità per consumatori e commercianti''
Si parte sabato. Parla il presidente di Adoc Mauro Belli
04/07/2019 - 09:50

Da Mauro Belli riceviamo e pubblichiamo*.

VITERBO - Sabato 6, anche nella provincia di Viterbo iniziano i saldi.

Attesi dai consumatori che in periodo di quasi recessione, possono sperare di comprare a buon prezzo . Infatti nella settimana scorsa i negozi hanno venduto meno perché i loro clienti preferiscono acquistare nel periodo dei saldi a minor prezzo, almeno del 30%.

Ancora di più , i saldi, sono attesi dagli esercenti che sperano di ripianare il deficit di vendite e fatturato del primo semestre 2019, soprattutto nel settore abbigliamento e calzature, diminuito rispetto all’anno 2018 di oltre l’ 1,3 %.

Ogni famiglia in media spenderà, statisticamente, circa 200 euro, registrando quindi quel trend di calo dei consumi, ormai irrefrenabile di anno in anno dal 2008, inizio della crisi.

Tutto ciò scaturisce, oltre che dal minor potere d’acquisto pro capite dei consumatori anche dal clima di sfiducia in aumento, sia delle imprese (oltre 150 tavoli per aziende in crisi al Ministero del Lavoro) che delle famiglie che non vedono un futuro roseo.

Contrasti nella politica, nei partiti e nelle varie istituzioni dello stato accrescono ancora di più questa sfiducia che rallenta la tanto sospirata ripresa e crescita economica.

Queste,considerazioni,obbligano tutti ,a rivedere i settori dei consumi , del commercio e della produzione congiuntamente.

Politica ed associazioni di categoria, dei consumatori e sindacali dovranno cercare unitariamente di meglio regolare anche i nuovi sistemi di vendita on line, le promozioni, le innovazioni tecnologiche,le ristrutturazioni aziendali, gli incentivi al commercio su strada,al turismo ed alle imprese.

Solo cosi’ e passando all’esecuzione di progetti di sviluppo sinergici e sostenibili di area vasta come Etruria-Tuscia, si potranno aumentare i consumi e far diminuire la moria di negozi, basta vedere i negozi chiusi a Viterbo in Corso Italia,via Saffi ,via Cairoli ecc, (in Italia chiudono ogni giorno piu’ di 5 negozi, in 10 anni anno chiuso 64.000) per capire l’urgenza dei problemi che coinvolgono milioni di persone in Italia e non solo.

*presidente Adoc (direttore progetto Sviluppo Eruria-Tuscia)






Facebook Twitter Rss