ANNO 9 n° 234
Roma Nord, la gestione passa da Atac a Cotral
La decisione della giunta regionale, soddisfatto il consigliere Panunzi (Pd)
17/07/2019 - 14:44

Nella seduta di Giunta regionale di martedì 15 luglio 2019, la Regione Lazio ha revocato la  DGR  n. 255 del 5 giugno 2018, con la quale si prevedeva l’affidamento, attraverso procedura ad evidenza pubblica, del servizio di trasporto relativo alle ferrovie regionali Roma-Lido di Ostia, Roma-Viterbo, Roma-Giardinetti che, a seguito del deliberato di ieri, sarà invece affidato, dopo un periodo per così dire di accompagnamento, a Cotral S.p.A., società interamente partecipata della Regione.

Alla fase transitoria di accompagnamento in cui il gestore attuale, ovvero la società Atac S.p.A., proseguirà l’esercizio dei servizi, seguirà quindi, dal 1 gennaio 2021, l’affidamento in house a Cotral, che già si occupa del trasporto pubblico extraurbano su tutto il territorio regionale.

Cotral, oltre a garantire un’indispensabile continuità, è una scelta che da un lato assicura maggiore flessibilità nella gestione degli obblighi contrattuali, dall’altro facilita la pianificazione dei servizi, anche attraverso l’integrazione delle diverse modalità del trasporto regionale extraurbano.

“Quella di oggi è una decisione che riempie di soddisfazione - dichiara il consigliere regionale Enrico Panunzi- Atac è una società con evidenti criticità gestionali che le impediscono di garantire un piano di rilancio e sviluppo della tratta ferroviaria, soprattutto nel tratto iniziale Viterbo – Civita Castellana che da tempo attende idonei interventi di manutenzione”.

Ben diversa si prospetta invece la qualità del trasporto in mano a Cotral, una società risanata e che ha ampiamente dimostrato la sua solidità in termini economici, gestionali e di prestazioni.

 

“I 370.000.000 di euro stanziati dalla Regione Lazio per le opere infrastrutturali sulla linea ferroviaria Viterbo-Civita Castellana-Roma” - prosegue Panunzi- “combinati con l’affidamento della gestione a Cotral, ci rendono molto ottimisti per il futuro, consentendoci di immaginare un sistema di trasporti più innovativo e corrispondente ai bisogni dei cittadini”.

Facebook Twitter Rss