ANNO 9 n° 339
''Roma Nord, da domani di fatto il servizio per Viterbo non esisterà più''
I pendolari chiedono almeno alcune navette. ''Adeguare la linea o alla riapertura delle scuole si spalancheranno le porte dell'inferno''
30/06/2019 - 14:55

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il comitato pendolari della Ferrovia Roma Nord ha inviato a Regione Lazio, Comune di Roma e Atac. “Da domani – prendono atto gli utenti della linea - il servizio extraurbano da Montebello a Viterbo di fatto non esisterà più”. I viaggiatori chiedono che vengano garantito almeno un servizio minimo.

Come sappiamo tutti, da domani 1 luglio la linea extraurbana sarà di fatto inutilizzata per il mancato adeguamento in base alle nuove norme di Ansf (Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie), che subentra a Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi). Questo porterà tanti utenti a prendere mezzi alternativi per spostarsi dai paesi a nord di Roma e verso la capitale, con notevole aggravio di costi, smog, traffico e inquinamento rumoroso e atmosferico.

Le responsabilità sono note e vi preghiamo di non nascondervi dietro a un dito e di prendere i dovuti provvedimenti per ripristinare Da subito un minimo di servizio extraurbano e iniziare seriamente a programmare da subito interventi sulla linea per adeguarla alle normative. Non importa dove e come prenderete i fondi necessari, siamo in emergenze e si rende sempre più urgente sistemare. Lo potevate fare 3 anni fa, dopo la tragedia ferroviaria di Andria e Corato, non l'avete fatto, ritrovandoci in queste condizioni. Noi ve l'avevamo detto e scritto più volte, ma qualcuno non ha ritenuto di intervenire, assumendosene piena responsabilità.

Vi chiediamo quindi di:

• darci puntuale informativa a noi pendolari e ai sindaci interessati sugli atti che intende fare la Regione Lazio - Direzione Trasporti di concerto con Atac spa, perchè da domani ci sarà il caos a montebello, già per poter prendere il treno, visto che almeno quelli urbani, seppur fortemente ridotti per l'entrata in vigore dell'orario estivo, almeno ci dovrebbero essere.

• ripristinare subito le navette di collegamento Catalano-Montebello e Catalano-Viterbo sarebbe il minimo, non vanno tolte ora!

• ripristinare quelle corse urbane serali (es. urbano delle ore 20.00 da flaminio) che permettono agli utenti di prendere il Bus Cotral a Saxa Rubra in direzione Trevignano, attualmente soppresse col nuovo orario. Tanti utenti come ci arrivano a casa se non ci sono quei fondamentali treni di scambio con bus a saxa?

• dare continua ed adeguata informativa in stazione (es. Flaminio e Montebello) per poter rispondere agli utenti che chiedono informazioni. Mettete più personale addetto alla comunicazione in banchina e sul treno.

Infine, fate partire entro breve i lavori di ammodernamento dell'infrastruttura, usate il tempo che avete adesso, non lo sprecate altrimenti a settembre, con l'inizio delle scuole si spalancheranno le porte dell'inferno per tutti.

Fabrizio Bonanni, comitato pendolari ferrovia Roma Nord





Facebook Twitter Rss