ANNO 7 n° 116
''Rinnovato il contratto di igiene ambientale, 1000 lavoratori interessati''
Perà (Fp-Cgil) illustra tutte le novità
09/12/2016 - 15:55

VITERBO - Rinnovato il 6 dicembre il contratto collettivo nazionale del comparto dell’igiene ambientale. L’accorso è stato sotto scritto da Cgil, Cisl, Uil, Fidael e, per la parte datoriale, da Fise-AssoAmbiente. A darne notizia è Luciano Perà, responsabile del settore per la Fp-Cgil.

''Il contratto – spiega Perà – era scaduto il 31 dicembre 2013. L’accordo segue quello già siglato dalle società pubbliche dell’igiene ambientale, sottoscritto con Utilitalia. Avrà decorrenza dal 1 luglio 2016 fino al 30 giugno 2019 e riguarda circa 40mila lavoratori in Italia, di cui almeno mille nel Viterbese''.

''Il nuovo contratto – continua il sindacalista della Fp Cgil – prevede un aumento di 120 euro, oltre a circa 400 euro di una tantum per la vacanza contrattuale. I 120 euro sono così suddivisi: 90 di retribuzione e 30 di welfare contrattuale a carico dell’azienda. Nello specifico si tratta di previdenza complementare, di assistenza sanitaria integrativa, del primo fondo di solidarietà per incentivare i prepensionamenti dei lavoratori inidonei. Inoltre, abbiamo introdotto la prima clausola sociale per contrastare le norme del Jopbs Act a tutela dei dipendenti nei casi di cambio di appalto e di licenziamento individuale. Misura, quest’ultima, per la quale il sindacato si è battuto con determinazione''.







Facebook Twitter Rss