ANNO 9 n° 316
Rinascita gialloblu, Colpo in mediana con Romondini
28/08/2013 - 04:00

VITERBO – Prosegue l’opera di restyling del centrocampo della Viterbese. La dirigenza gialloblu ha messo a segno un altro colpo nella zona nevralgica: arriva Farbrizio Romondini, il classico mediano davanti alla difesa classe ’77 che ha esordito in serie A nella Roma di Carlos Bianchi nel dicembre 1996. Centrale dai piedi buoni e dall’ottima visione di gioco è la pedina che la Viterbese cercava in termini di esperienza. Romondini nel tardo pomeriggio di ieri è stato a colloquio con i dirigenti della Viterbese e ha trovato l’accordo che lo legherà al club della famiglia Camilli.

Cambia così la cabina di regia della Viterbese. Alla partenza del ritiro erano due i perni centrali che rispondevano alle caratteristiche di Ingrosso e Palermo. Ma l’intenzione della società era comunque quella di trovare un altro centrocampista centrale che garantisse qualità e quantità al reparto. Il direttore sportivo Angelucci ha lavorato sotto traccia per arrivare a Federico Cerone, 28 anni, ex Barletta, Grosseto e Mantova. Ma è lo stesso Angelucci che spiega la genesi del cambiamento: “Posso dire che la scelta di Romondini è ponderata. E’ il giocatore che ci può dare tantissimo in termini di qualità ed esperienza. Spesso le gare si vincono anche con queste caratteristiche. Per quanto riguarda Palermo e Ingrosso, già in ritiro la nostra esigenza era quella di aggiungere un altr centrocampista e abbiamo lavorato sulla pista che porta a Cerone: siamo riusciti a convincerlo e a farlo arrivare a Viterbo. Quindi Palermo e Ingrosso diventavano l’uno alternativa dell’altro”.

Poi ci sono state le prime amichevoli e “ragioni di ordine tecnico e tattico ci hanno portato a valutare – sottolinea Angelucci - la possibilità di ingaggiare un altro centrocampista e si è valutata l’ipotesi Romondini che col tempo ha preso corpo. A Ingrosso è stato detto di cercasi un’altra sistemazione, mentre a Palermo faccio un plauso per la professionalità e la correttezza, perché cercava qualcosa di più sicuro”.

Intanto si lavora anche per un paio di under classe ’94 provenienti da Grosseto che possono aggiungersi al gruppo a disposizione di Solimina.

CONVENZIONE PER IL ROCCHI – E’ in dirittura d’arrivo la trattativa che deve portare alla firma della convenzione di utilizzo dello stadio Rocchi tra Comune di Viterbo e Viterbese Castrense Già la prossima settimana può essere decisiva. Dalle stanze di via della Palazzina filtra un certo ottimismo. C’è stato un contatto tra la famiglia Camilli e il sindaco Michelini e i primi giorni di settembre possono segnare l’epilogo della questione. La firma della convenzione è un passo fondamentale nel progetto di calcio che la famiglia Camilli ha in mente. Intanto avrebbe da subitolo stadio sia per gli allenamenti che per le partite domenicali. Poi è un segnale distensivo in vista della presentazione della squadra alla città il 4 settembre giorno in cui è in programma un’amichevole contro il Grosseto.

CLICCA QUI ALLA PAGINA 6 DEL FILE PDF PER VEDERE IL CALENDARIO COMPLETO DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA





Facebook Twitter Rss