ANNO 10 n° 21
''Rifiuti, ecco come l'umido diventa indifferenziato''
Il gruppo consiliare di minoranza attacca l'ordinanza del sindaco
10/12/2019 - 14:57

VIGNANELLO - Riceviamo e pubblichiamo: ''Pochi i giorni rimasti per l'attesa del momento in cui si scarteranno i doni natalizi: il magico momento della sorpresa. Anche l'Amministrazione Comunale ha voluto fare una sorpresa ai cittadini vignanellesi confezionando un bel regalo da tenere sotto l'albero e scartare con le prossime bollette dell'immondizia: l'ordinanza n° 74 del 06 dicembre 2019.

Infatti il giorno 06 dicembre, con questa ordinanza confezionata in fretta e furia, il Sindaco ordina alla G.E.A. di trasformare più di 1.000 quintali di rifiuto 'umido' che i vignanellesi hanno differenziato con impegno dalla fine di ottobre ad oggi, in rifiuto 'indifferenziato'.

In barba alla dedizione dei cittadini che si prodigano a differenziare i propri rifiuti, lanciando un messaggio che getta nel cestino tutti i buoni propositi che parlano di rispetto per l'ambiente, rifiuti zero e bla-bla-bla...

In barba al concetto di 'minori rifiuti/minor spesa': 1.000 quintali di indifferenziato in più che si aggiungono alla quota di rifiuto indifferenziato che sarà prodotto nel mese di dicembre avranno un peso specifico in bolletta che non sarà certo un piacere per i vignanellesi.

Eppure i segnali delle difficoltà riscontrate nella seconda metà di ottobre erano abbastanza chiari:

di lì a breve sarebbe stato problematico smaltire l'umido raccolto presso l'isola ecologica per cause legate al sito in cui vengono conferiti i carichi. Gli abbondanti 1000 quintali si sono accumulati per quasi 2 mesi d'attesa, e sono rimasti a macerare dentro diversi cassoni finché la situazione non è sfuggita di mano; ma in questo lasso di tempo quale soluzione è stata trovata per scongiurare quel che poi è accaduto?

Ma si sa, il tempo è tiranno. Soprattutto per chi ritiene che si possa fare il Sindaco con due giorni striminziti a settimana, non conferendo deleghe importanti e delicate come quella ai rifiuti, ad esempio.

Eppure non è la prima volta che la situazione dei rifiuti rischia di sfuggire di mano, a causa delle condizioni difficili in cui lavorano gli operatori addetti alla raccolta, con contratti di pochissime ore rispetto alla mole di lavoro dedicata alla raccolta e alla manutenzione dell'isola ecologica, per via dello stato di usura dei mezzi usati per la raccolta e per le manutenzioni al centro.

Già nel mese di ottobre, grazie anche alle segnalazioni di molti cittadini, recandoci sul posto abbiamo potuto accertare una grave criticità che stava per compromettere il buon funzionamento del servizio, risolto solo grazie alla risolutezza dell'azione sindacale degli stessi operai e della

pronta risposta della G.E.A.. Ovviamente alla quasi insaputa del Comune, mai presentatosi presso l'isola per rendersi conto delle criticità che noi fotografammo, ritenendole gravissime.

Ma non fa niente. Arriva il Natale e dobbiamo essere tutti più buoni; quindi cari vignanellesi, accettate col sorriso il regalo che vi è stato fatto e quando aprirete la bolletta trovando un bell'aumento (o comunque perdendo un eventuale risparmio) state sereni perché tanto è così: con soli due giorni a settimana del Sindaco e qualche puntatina dei consiglieri di maggioranza in

Comune è pure troppo.

Buon Natale!

Come biglietto di auguri valga bene l'ordinanza sindacale n° 74 del 06.12.2019''

Gruppo consiliare di minoranza ''Le cose in Comune''






Facebook Twitter Rss