ANNO 7 n° 58
''Ricci pensa solo agli affari suoi''
Abatecola accusa ancora l'assessore ai lavori pubblici in commissione
13/02/2017 - 14:55

VITERBO - ''La città è tutta di serie A e va rispettata, ma un assessore che pensa solo agli affari suoi non va bene''. Alberto Abatecola ci riprova. Il negoziante del centro storico di Viterbo, oramai noto per le sue vivaci e urlanti apparizioni in comune, è tornato all’attacco ieri durante la III commissione scagliandosi, ancora una volta, contro l’assessore Alvaro Ricci e contro la decisione dell’amministrazione comunale sulla chiusura dei varchi nel centro storico di Viterbo.

Abatecola, in difesa della sua attività commerciale, non ce la fa a rimanere in silenzio ad ascoltare la commissione riunita attorno al tavolo di via Garbini mentre si discute di Ztl, argomento che oramai da mesi scalda gli animi dell’amministrazione comunale così come quelli di tutti gli esercenti del centro storico che si vedono economicamente penalizzati dalla chiusura dei varchi.

''Io lotto per la città e bisogna essere corretti – con queste parole Alberto Abatecola inizia la sua polemica -. La città è tutta di serie A, ma un assessore che pensa soltanto agli affari suoi non va bene''. Accuse che il commerciante rivolge puntando il dito su Alvaro Ricci, assessore ai lavori pubblici del comune di Viterbo, alludendo alla presenza di parcheggi ''riservati'' proprio sotto la sua abitazione. Alla difesa di Ricci interviene subito il sindaco Leonardo Michelini: ''Ma non è assolutamente vero quello che dice, l’assessore non pensa agli affari suoi, non ricacciamo queste storie''. Il primo cittadino cerca poi di mettere fine all’oramai consueto ''teatrino'' di Abatecola, ma ogni sforzo è inutile.

La discussione infatti continua, anzi i toni si alzano quando ad intervenire è la consigliera Daniela Bizzarri: ''Lei qui è un ospite, come tutti gli altri commercianti, e deve comportarsi da tale – e, senza dirlo troppo sottovoce, aggiunge – e si sa, dopo tre giorni l’ospite è come il pesce, puzza''. Una battuta che non poteva passare inosservata alle orecchie di Alberto Abatecola che risponde con tono concitato alla consigliera: ''Io non puzzo. Come si permette di dirmi una cosa del genere, io mi lavo''.

Solamente la minaccia di un rinvio sulla discussione della Ztl in commissione riesce a mettere fine al sipario di Abatecola.







Facebook Twitter Rss