ANNO 8 n° 353
''Regione risponda su istanze ricerca geotermia''
La consigliera regionale, Silvia Blasi, sollecita la giunta Zingaretti
08/08/2018 - 17:18

Riceviamo e pubblichiamo da Silvia Blasi

VITERBO - Attendo ormai da oltre un mese dalla Giunta Zingaretti ad un'interrogazione depositata lo scorso 27 giugno sullo stato dell'arte delle istanze di permesso di ricerca nella Regione Lazio. Dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico si apprende che alla data del 30 marzo 2016 esistono 25 richieste di permesso di ricerca e 8 autorizzazioni alla ricerca di risorsa geotermica ai fini dello sfruttamento energetico per la media ed alta entalpia nella nostra regione; di cui 6 si trovano in provincia di Viterbo, una in provincia di Roma e una in provincia di Latina'. Così la consigliera regionale M5S del Lazio, Silvia Blasi, sollecita la Giunta Zingaretti sull'interrogazione relativa alle richieste di permesso in fatto di geotermia. 'Eppure la Regione può sia legiferare, in base al Dlgs 22/2010, sui progetti di bassa entalpia sia occuparsi dei procedimenti amministrativi relativi ai progetti di alta e media entalpia. Molti dei permessi di ricerca, la cui richiesta è stata inoltrata nel 2012 o precedentemente, risultano scaduti e vorrei per questo conoscere se sono state fatte le prospezioni geologiche di indagine sul fluido geotermico, se questo è stato trovato ed è utilizzabile ai fini produttivi'. 'La geotermia è un importante risorsa per la produzione di energia da fonti rinnovabili il cui sfruttamento va accuratamente pianificato e programmato in relazione agli impatti ambientali, alle vulnerabilità delle falde acquifere, allo sfruttamento termale ed agli eventuali rischi.  Tanto più che la Regione non ha ancora concluso l'iter del nuovo Piano Energetico Regionale (PER), lo strumento pianificatorio per eccellenza in questo settore fondamentale per definire obiettivi, mezzi e tempi per ridurre la emissione di CO2, aumentare l'efficienza energetica, risparmiare sull'importazione di combustibili fossili. E'chiaro che ai fini della redazione del PER è fondamentale conoscere gli esiti delle ricerche geotermiche nella nostra regione, quali siano i permessi di ricerca ancora vigenti e le istanze di permesso di ricerca pendenti presso la direzione regionale Sviluppo Economico a cui avevo inviato una richiesta informale già lo scorso aprile senza avere alcun riscontro', conclude Blasi.






Facebook Twitter Rss