ANNO 8 n° 262
Regione Lazio. Bando ancora aperto, ma in scadenza, per finanziare startup innovative
13/04/2018 - 11:37

Mancano veramente pochi giorni, ma gli imprenditori, o aspiranti tali, sono ancora in tempo per richiedere i finanziamenti a fondo perduto per la creazione ex novo, per il sostegno e il consolidamento di startup innovative e per iniziative di spin off operanti nell’ambito della ricerca, che abbiano sede legale nel Lazio.

L’obiettivo del bando, ricadente nel progetto POR FESR, ovvero il Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale stanziato per il quinquennio 2014-2019, è quello di supportare quelle imprese che si trovano nella fase di pre avviamento, favorendone lo sviluppo e il consolidamento, in modo che possano avere accesso al mercato del credito e di investimento più standard e creare occupazione stabile sul territorio.

In effetti va detto che non sempre è semplice poter avviare un’azienda partendo completamente da zero, perché, se non si possiede un reddito dimostrabile o garanzie sufficienti, è molto difficile riuscire a ottenere finanziamenti d’impresa; gli aspiranti imprenditori italiani che hanno la necessità di ottenere una liquidità per dare vita a un’attività, infatti, devono spesso ricorrere all’aiuto di familiari che possano garantire, grazie a una busta paga o a un immobile da ipotecare, l’erogazione di un finanziamento ad hoc, come, per esempio, i prestiti INPDAP, le cessioni del quinto o mutui liquidità; gli istituti bancari standard tendenzialmente non finanziano persone o imprese che non abbiano una credibilità finanziaria sufficientemente solida, anche se la somma richiesta serve per costruirsi l’attività lavorativa utile per consolidare quella reputazione creditizia considerata così importante.

Con questo finanziamento, invece, si possono ottenere fino a 40.000 Euro a fondo perduto anche senza essere in possesso delle garanzie di cui su.

La dotazione finanziaria complessiva del bando è di 4.000.000 di Euro, di cui 2,5 milioni sono destinati alle iniziative di spin off e 1,5 milioni al sostegno delle startup. Le operazioni ammissibili sono tutte quelle che ricadono nel settore delle Smart Specialisation Strategy, ovvero le strategie di specializzazione intelligente, o delle Knowledge Intensive Activities, ossia le attività ad altà intensità di conoscenza e i progetti presentati devono essere basati su idee innovative e proposti da un team di professionisti specializzati.

Altra conditio sine qua non affinché il proprio progetto possa essere valutato per l’erogazione dei fondi è la presentazione di un business plan che dimostri come l’impresa da costituire possa attrarre l’interesse degli operatori del mercato del capitale di rischio che si occupano proprio delle startup.

Come abbiamo detto all’inizio, però, restano veramente pochi giorni per poter presentare la domanda presso il portale GeCoWEB, in quanto il bando è stato aperto il 20 aprile del 2017 e ha la durata di un anno; tuttavia i ritardatari interessati possono ancora tentare di approfittare di questa bella opportunità offerta della Regione Lazio.

 




Facebook Twitter Rss