ANNO 7 n° 230
Recupero delle periferie,
un progetto da 17 milioni
Dodici gli interventi ''spalmati''
sul quadrante nord della città
16/02/2017 - 13:07

VITERBO – Riqualificazione urbana delle periferie per oltre 17 milioni. Per la precisione un progetto da 17 e 564mila euro ''finanziato e pubblicato in Gazzetta ufficiale – sottolinea l'assessore Raffaela Saraconi – anche se al momento l'amministrazione viterbese è posizionata in graduatoria al 91° posto''.

Attualmente il Governo sta finanziando i primi 24 Comuni che avevano già presentato progettualità definite, non ancora predisposte da Palazzo dei Priori. A breve verrà anche stanziata la prima tranche di 800 milioni che interesserà le municipalità sino alla 71ma posizione, la seconda (ulteriori 800 milioni) dovrebbe essere deliberata entro l'anno. ''Forse anche prima dell'estate e sarà compresa anche Viterbo'' sottolinea Saraconi.

I dati sono stati forniti durante l'incontro a Palazzo dei Priori a cui hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni di categoria, degli ordini professionali e diversi imprenditori che operano al Poggino. Il progetto di riqualificazione, infatti, che si articola in 12 interventi punta a rigenerare in particolare l'area con opere strutturali e infrastrutturali per collegarla e integrarla maggiormente con il resto della città. Focus ampliato a Santa Barbara, Villanova per arrivare sino alla stazione di Porta Fiorentina.

Una nuova visione e rivoluzione per il quadrante nord che mette in campo un piano di rinnovo delle infrastrutture stradali e di mobilità elettrica con l'ubicazione di due stazioni di ricarica al Poggino, il recupero dell'ex inceneritore, il collegamento di due chilometri dal Poggino all'ex Fiera, un centro di ricerca applicata che vede l'interesse dell'Unitus. E poi una pista ciclabile per due milioni e mezzo di euro a S. Barbara da cui si prende spunto per riqualificare anche strade e parcheggi adiacenti. E ancora il trasferimento dell'asilo nido e della materna, una nuova piscina da realizzare con risorse di privati che si occuperanno anche della gestione. Previsto anche il recupero dell'area sportiva e degli impianti.

Immediata la puntualizzazione del sindaco Leonardo Michelini che tiene a sottolineare ''non del campo scuola i cui lavori di riqualificazione sono già stati appaltati con fondi comunali''.

Nel progetto anche l'accordo con Ferrovie per la zona parcheggi e il sottopassaggio di Porta Fiorentina (circa 4 milioni che non rientrano nello stanziamento complessivo dei 17,5) e il trasferimento da S. Biele del deposito di Francigena al Poggino. ''Un trasferimento in un'area più idonea dove ci saranno servizi adeguati'' spiega il primo cittadino che coglie l'occasione anche per comunicare che ''l'assessore regionale Civita ha già avuto un incontro con Ferrovie testimoniando una forte motivazione nel valorizzare la ex Roma nord e anche all'efficentamento della linea che potrebbe interessare anche le stazioni di Porta Fiorentina e Porta Romana''.

Nell'intervento conclusivo il sindaco Michelini ha riportato l'attenzione sulla riqualificazione del Poggino, suo cavallo di battaglia in campagna elettorale. ''Dobbiamo pensare a quei luoghi dove si produce e si crea lavoro. L'amministrazione non ha fondi propri per sostenere le imprese ma puntiamo a supportarle con interventi sussidiari. Continueremo a fare incontri con le aziende per creare un modello di sviluppo che partendo dalle risorse, soprattutto umane, dalle loro capacità imprenditoriali per realizzare una città parametrata per il futuro''.


loading...





Facebook Twitter Rss