ANNO 9 n° 199
Rapina alla gioielleria Bracci, restano in carcere i tre ladri
Il Gip conferma la custodia cautelare
29/03/2018 - 10:38

VITERBO - Violenta rapina alla gioielleria Bracci, confermata la custodia cautelare per i tre ladri. Lo scorso 14 marzo, nel pieno centro storico di Viterbo in via Corso Italia, la gioielleria Bracci è stata rapinata da un gruppo di ladri armati.

I carabinieri del comando provinciale di Viterbo, dopo appena un giorno, grazie ad una serrata attività d’indagine, sono riusciti ad individuare gli autori del fatto delittuoso localizzandoli all'interno di un appartamento sito a Montalto di Castro. Sono stati dunque sottoposti a fermo di indiziato di delitto Ignazio Salone di 46 anni, Stefan Grancea di 27 anni e Elena Grancea di 33 anni, mentre veniva denunciata in stato di libertà Jelena Grancea, perché in stato di gravidanza.

Il Gip del Tribunale di Civitavecchia ha convalidato l’operato dei Carabinieri applicando agli indagati la custodia cautelare in carcere trasmettendo gli atti alla Procura della Repubblica di Viterbo, competente territorialmente.

Il Gip Viterbo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, valutati i gravi indizi in ordine al delitto di rapina aggravata e detenzione illegale di armi il 28 marzo 2018 ha emesso una nuova misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Ignazio Salone, Stefan e Elena Grancea.

Facebook Twitter Rss