ANNO 9 n° 201
Rapina alla gioielleria, arrestati tre ladri
Un napoletano, un tedesco e una romena in manette, denunciata una polacca
16/03/2018 - 01:59

VITERBO - E' stata un'indagine lampo quella che ha portato all'arresto dei tre rapinatori che hanno assaltato mercoledì all'ora di pranzo la gioielleria Bracci a Viterbo. Nel blitz condotto dai carabinieri in accordo con la Procura di Viterbo e in collaborazione con i vigili del fuoco è stata denunciata anche una quarta complice, una 22enne di origine polacca. Per lei niente manette a causa del suo stato di gravidanza.

Uno dei due malviventi era stato individuato subito dopo il colpo con una certa precisione. Si tratterebbe di una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Determinanti per la sua identificazione, le riprese delle telecamere a circuito chiuso e la collaborazione dei cittadini.

Una serie di riscontri incrociati e di verifiche sui cellulari e le celle telefoniche agganciate nella zona hanno consentito ai carabinieri di ricostruire il puzzle e di individuare i ladri ieri pomeriggio in un'abitazione di Montalto di Castro nella zona delle case Enel. Sono finiti in manette un pregiudicato 46enne di origini napoletane, un 22enne tedesco e una donna di 32 anni di origine romena.

Con loro è stata arrestata anche una donna. I tre sono stati condotti nella caserma di Tuscania prima del loro trasferimento a Viterbo.

I due uomini erano entrati in azione mercoledì poco prima della pausa pranzo. Con il volto travisato, sotto la minaccia di una pistola si erano fatti consegnare il denaro e alcuni gioielli per un bottino di circa 2000 euro. Il titolare della gioielleria, a scopo intimidatorio, aveva esploso alcuni colpi in aria. Nella concitazione del momento una commessa per la paura è svenuta mentre i due sono fuggiti a bordo di un'Alfa Romeo. E' seguito un serrato inseguimento da parte dei carabinieri di Vitorchiano che ha consentito di ritrovare l'auto dei ladri poco dopo in una campagna all'altezza dell'uscita di Soriano nel Cimino in direzione Orte. 

Facebook Twitter Rss