ANNO 7 n° 322
Pugno in faccia dopo la lite nel locale:
2 anni e 6 mesi di reclusione a Battaglia
20/10/2017 - 16:44

VITERBO – Due anni e sei mesi di reclusione per lesioni. A tanto è stato condannato oggi Sabato Battaglia per l'aggressione fuori da un locale. Per il giovane, già condannato in appello a 9 anni e 10 mesi di reclusione per l'omicidio di Riello, oggi è arrivata decisione del giudice sul secondo fatto di cronaca che lo ha visto protagonista.

Fatto che era accaduto all'uscita di un locale. Secondo l'accusa, Battaglia avrebbe sferrato un pugno al volto di un giovane di 23 anni che era finito in ospedale con la mandibola spaccata e una prognosi di 80 giorni.

L'aggressione, secondo l'accusa, sarebbe scaturita per regolare i conti dopo uno sgarbo. All'interno del locale, infatti, pochi minuti prima la vittima avrebbe urtato tra la folla involontariamente Sabato Battaglia, il fratello e un loro amico. Una mancanza di rispetto per cui immediatamente erano volate parole grosse, e poi erano state alzate le mani e le voci. Tanto da costringere i buttafuori del noto locale di valle Faul ad intervenire.

Oggi al termine del processo è arrivata la condanna. Una condanna a due anni e 6 mesi senza beneficio della sospensione, più pesante rispetto alla richiesta del pm a 8 mesi di reclusione.

Facebook Twitter Rss