ANNO 10 n° 25
Processo alla mafia viterbese, il Comune parte civile
La decisione comunicata ieri in Consiglio dal sindaco
13/12/2019 - 07:20

VITERBO - Il Comune di Viterbo si è costituito parte civile nel processo contro la cosiddetta mafia viterbese.

A quasi un anno dagli arresti che tanto scalpore suscitarono in città arriva la mossa di Palazzo dei Priori, sollecitata più volte dalla consigliera del’opposizione Luisa Ciambella.

E’ stato proprio il capogruppo del Partito democratico, ieri, nel corso del consiglio,a chiedere al sindaco se fossero vere le voci che circolavano in merito a questa decisione: ''Confermo tutto – ha detto Arena – abbiamo ritenuto che fosse la cosa giusta da fare''.

Tredici le persone arrestate i quella operazione dai carabinieri, accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsioni, danneggiamenti, incendio, furto, tentativi di rapina, lesioni personali, favoreggiamento personale, illecita concorrenza con violenza o minaccia, detenzioni di armi comuni da sparo.







Facebook Twitter Rss