ANNO 8 n° 322
Premio Fausto Ricci, domani il concerto degli otto finalisti
L'appuntamento è alle ore 17,30 al Teatro dell'Unione
20/10/2018 - 15:56

VITERBO – Il foyer del Teatro Unione ha accolto Madame Serra: sua la prestigiosa presidenza del Premio Fausto Ricci, che domani vedrà il culmine con il concerto finale, in cui si sceglieranno il vincitore e i migliori, con novità in questa edizione, il premio del pubblico.

Questa mattina il soprano è stata presente alla conferenza stampa ufficiale del concorso, insieme ai padroni di casa, il sindaco Arena e l'assessore De Carolis, Giuliano Nisi e Fabrizio Bastianini, per l'associazione XXI Secolo, il critico Andrea Merli, in rappresentanza della giuria, e Vincenzo Ceniti, console Touring Club.

Subito i saluti del sindaco: ''Ringrazio l'associazione XXI secolo per questo ritorno della grande lirica al Teatro dell'Unione – ha precisato Arena -. Siamo lieti di accogliere nuovi artisti, che saranno protagonisti dell'Opera del prossimo anno. Lieto di dare un'occasione a loro e un momento di grande arte ai tanti appassionati di lirica che li ascolteranno nel concerto di domenica''.

Parole di apprezzamento anche dall'assessore De Carolis: ''Ho colto con molto piacere l'invito a questa conferenza che omaggia il baritono viterbese Fausto Ricci, grazie agli organizzatori e quanti hanno collaborato a questa manifestazione. Accogliamo con onore il soprano Luciana Serra, lei e la giuria avranno modo di giudicare giovani cantanti provenienti da ogni parte del mondo. La nostra amministrazione è lieta di sostenere questa iniziativa per la sua grande importanza e il rilievo che dà alla nostra città''.

Benvenuto ufficiale alla famosa artista da parte di Giuliano Nisi, presidente associazione XXI Secolo: ''Quest'anno madame Serra è il diamante di una grande edizione. Iniziammo sei anni fa con l'intento di ricordare Fausto Ricci nell'anniversario della nascita, organizzando con una giornata di studi. Da li ci venne l'idea di continuare il suo animo didatta, la sua grande attenzione per gli allievi. Così nacque il concorso, per riscoprire la sua vera essenza, andando oltre la figura del grande cantante lirico viterbese che ha calcato tutti i teatri del mondo. Segnaliamo la grande crescita di concorrenti, con più di quaranta iscritti quest'anno, a cui speriamo di offrire un palcoscenico sulla futura carriera. Importante anche l'occasione che sarà offerta dalla produzione della Cavalleria Rusticana e, novità di quest'anno, il premio del pubblico, che voterà con una scheda il proprio preferito, a cui andrà una borsa di studio offerta dall'Avam, premio che si affianca alle borse di studio sostenute dal Comune di Viterbo, affiancato da Fondazione Carivit, Lions Club Viterbo, Banca di Viterbo, Sispa. Grazie davvero a tutti''.

Il maestro Bastianini ha ricordato il valore dei concorrenti: ''Siamo tutti felicissimi di essere qui, dopo la prima giornata di selezioni, ammetto la difficoltà della giuria per la grande bravura di tutti i ragazzi''.

I giovani: come per Fausto Ricci, anche il soprano Luciana Serra dedica tutto il suo impegno a loro, agli allievi del Teatro alla Scala. L'artista non nasconde la gioia di essere qui: ''Ho accettato con amore questa occasione di essere vicina ai giovani, la mia filosofia di vita, e anche per ammirare Viterbo, che ammetto non conoscevo. Sono capitata solo di passaggio, era il momento giusto per viverla e vederla, anche per entrare per la prima volta nel vostro Teatro''.

Il critico Andrea Merli, anche lui giurato, ha ricordato quanto sia giusto il supporto da parte delle amministrazioni: ''Complimenti a voi, avete capito l'importanza dei Comuni nel sostegno delle attività culturali. Purtroppo la situazione di crisi culturale è continua nel nostro Paese, dal ministero arriva poco e con difficoltà, un Comune ha il dovere di essere vicino a queste iniziative perché riversa sui cittadini, nell'accoglienza del pubblico a teatro. Da giurato non posso che essere lieto dell'allegria a noi donata nel sentire tante belle voci''.

Vincenzo Ceniti, console Touring Club Viterbo, ha collaborato nell'organizzazione: ''La musica è una delle tante declinazioni del Touring Club, necessaria a tenere alta l'asticella della cultura cittadina. Questo teatro è un miracolo, un onore per la città, inoltre qui abbiamo tanti cantanti lirici, in città e provincia, del passato ed attuali. La scommessa della musica è nella mani dell'associazione XXI secolo – ha precisato - un gruppo competente e preparato. Insieme, pensando al 2 settembre 1919, giorno in cui Fausto Ricci debuttò con falso nome, pare per paura di un fiasco in casa, celebrando il centenario ricorderemo questo evento con il debutto della produzione della Cavalleria Rusticana''.

Nel premio di questa sesta edizione è prevista, infatti, la sezione dedicata al cast dell'opera, che sarà portata sul palco dall'Orchestra EtruriaEnsemble, diretta dal maestro Fabrizio Bastianini, nell'autunno del 2019, in occasione della settima edizione del Premio Fausto Ricci.

Tra le associazioni presenti, anche quest'anno il Lions Club Viterbo, rappresentato dal dottor Mongiardo: ''In questo momento di deriva della cultura è l'arte che unisce, la radice stessa della parola significa mettere insieme, come l'insieme delle note, in questo modo si crea connessione ed armonia, la stessa che avete fatto voi con la rete di realtà coinvolte''.

E' tutto pronto quindi per l'emozione più grande: il concerto degli otto finalisti del Premio Ricci, sezione Voci Emergenti, che si contenderanno la vittoria sul palco davanti agli spettatori, e l'ascolto delle arie più belle tratte dalla Cavalleria Rusticana, con i concorrenti selezionati nella sezione Ruoli d'Opera. Saliranno sul palco anche alcuni vincitori delle precedenti edizioni, testimoni di un successo iniziato anche grazie all'ormai consolidato concorso viterbese.

L'appuntamento è per domani, 21 ottobre, dalle 17,30, con la novità del premio del pubblico, Posto unico 10 euro, prevendita e informazioni al botteghino del Teatro dell'Unione.






Facebook Twitter Rss