ANNO 9 n° 167
''Portava in sé una enorme sofferenza''
Il ricordo di chi conosceva la donna morta in casa. L'ultimo pensiero per il cane
03/06/2019 - 06:56

VITERBO - ''Era una persona che portava in sé una enorme sofferenza''. Così Diego S. scrive di Veronica Torretti, la donna trovata prima di vita ieri nella casa di via della Mora con una ferita alla gola.

L’ipotesi più accreditata resta quella del suicidio: avrebbe usato un seghetto elettrico da bricolage per togliersi la vita. La morte risalirebbe al giorno prima. L’ultimo pensiero della donna è stato per il suo cane, un pechinese che viveva con lei. In un biglietto ha chiesto di prendersi cura della sua cagnolina che è stata nel frattempo presa in custodia della polizia.

La notizia della sua morte è ribalzata in breve in città e diverse persone sui social hanno ricordato la donna di 37 anni che abitava in centro. Come Silvio L. che dice di averla incontrata qualche settimana fa, una sera che era in difficoltà, di averla aiutata prima che un’ambulanza la portasse in ospedale. ''Mi ero ripromesso, qualora l'avessi incontrata in giro – scrive - di fermarla per chiederle se le occorresse aiuto''.

E invece Veronica se ne è andata in punta dei piedi, senza che nessuno se ne accorgesse. Vegliata dal cane che ora è in cerca di una nuova casa.






Facebook Twitter Rss