ANNO 9 n° 259
Play Out: festa Monterosi, salvezza raggiunta
18/05/2014 - 14:56

di Domenico Savino

REAL MONTEROSI - CITTA' DI MONTEROTONDO 2-1

REAL MONTEROSI (4-4-2) Malatesta; Andreoli, Torroni, Ferri, Luciani; Salvatori (dal 48' s.t. Rizzo), Nori, Ingrosso, Ceccarelli (dal 24' s.t. Accettone); Mandro (dal 42' s.t. Rosato), Prosperi A DISPOSIZIONE Micci, Allegrini, Letteriello, Paris ALLENATORE  Scorsini

CITTA' DI MONTEROTONDO (4-4-2) Avramovich; Ranieri (dal 36' s.t. Prosperi), Quadrini, Cavallaro, Tif (dal 45' s.t. Rida); Ferri, Bartoli, Salvati, Proietti; Toscano, Italiano A DISPOSIZIONE De Vellis, Sabatilli, Petrocchi, Rinaldi, Manna ALLENATORE Sgherri

ARBITRO Iacovacci di Latina (Tonello e Minà)

RETI nel s.t. al 7' Toscano (C), al 9' Ingrosso (M), al 35' Salavtori (M)

NOTE giornata soleggiata, si è giocato su un terreno in erba sintetica, spettatori 200 circa Ammoniti Prosperi, Nori, Ingrosso e salvatori per il Monterosi Toscano per il Città di Monterotondo. Sono stati allontanati dalle panchine entrambi gli allenatori Scorsini (Monterosi) e Sgherri (Città di Monterotondo) Angoli 5-10 per il Città di Monterotondo Recupero 1 + 4

MONTEROSI - Missione compiuta. Il Monterosi è salvo. Servono i play out per regalare la gioia della permanenza in Eccellenza per i quinto anno di fila. Fa festa il Monterosi, rimugina il Città di Monterotondo che retrocede in Promozione. L'esito degli spareggi per la permanenza nella massima categoria regionale premia la squadra della Cassia al termine di una gara tirata che ha vissuto sul filo sottile dell'equilibrio. Sono i gol che dettano le emozioni e fanno cambiare il verso alla partita: passa in vantaggio il Città di Monterotondo su rigore (Toscano), ma il Monterosi prima lo riprende (punizione di Ingrosso), poi lo sorpassa (Salvatori).

Si salva la squadra che ci ha messo più cuore e grinta nonostante i limiti. Retrocede chi sulla carta sembrava più forte ma non lo ha mostrato sul campo. Il Città potrebbe anche recriminare per una traversa colta da Italiano in pieno recupero (tiro secco dal limite dell'area), ma sarebbe stato troppo per il Monterosi allungare la gara ai supplementari. Strano il destino della due contendenti che hanno fatto un campionato allo stesso tempo simile e controverso: bene il Monterosi (e forse oltre le previsioni) nel girone d'andata, meglio il Città in quello di ritorno.

E la somma non può che dare come risultato play out, partita senza domani. La vince il Monterosi e il tecnico Scorsini la dedica alla sua famiglia. Pertanto restano tre squadre della Tuscia in Eccellenza (Sorianese, Montefiascone e Monterosi), la Viterbese è in D, la Caninese è in Promozione.

Si nota la tensione. C'è paura anche ad effettuare il singolo passaggio. Una stagione che si gioca in poco più di un'ora e mezza. Lo spartito è chiaro: tocca al Città fare la partita in virtù di una migliore cifra tecnica (Bartoli ha giocato una infinità di palloni nel cuore della mediana), sta al Monterosi saper attendere e far passare il tempo in fondo ai biancorossi il pari va bene).

Ne viene un match chiuso: parte bene il Città (stabilmente 4-4-2) ma con il passare del tempo i viterbesi si sistemano meglio e neutralizzano i pericoli. Scorsini passa dal 4-4-2 di base ad un più accorto 4-1-4-1: Ingrosso si abbassa davanti alla difesa e detta i tempi, Prosperi resta il solo riferimento in attacco, un quartetto alle sue spalle ha il compito di tamponare e ripartire. Il Città muove bene la palla ma non trova mai il guizzo, Ferri è un gigante e svetta su tutti i cross.

Allora non può che essere episodio a schiodare l'equilibrio: Luciani sbaglia un controllo, ne approfitta Ferri che però viene steso. Toscano dagli undici metri è chirurgico (0-1, 7'). Il Monterosi ha il merito di non disunirsi, di restare attaccato alla gara. In fondo serve un gol, che arriva subito. La punizione di Ingrosso è perfetta (9') e si insacca all'angolo basso. Quando la gara sembra avviarsi all'extra time, arriva il sorpasso che significa salvezza: Salvatori indovina una gran conclusione dal limite dell'area (35') che i infila all'incrocio dei pali.

I cambi (nel Monterosi dentro Accettone, Rosato e Rizzo per Ceccarelli Mandro e Salvatori), nel Città Prosperi e Rida per Ranieri e Tif) spezzano il ritmo. La traversa di Italiano aumenta i rimpianti del Città: è il Monterosi che fa festa. negli spogliatoi è doccia e gavettoni per tutti.

L'ALTRO PLAY OUT: EMPOLITANA GIOVENZANO - MONTEROTONDO CALCIO 4-1. L'EMPOLITANA SI SALVA; IL MONTEROTONDO RETROCEDE IN PROMOZIONE





Facebook Twitter Rss