ANNO 9 n° 345
Pini come Buffon: a un passo dal record
L'imbattibilità del giovane portiere della Viterbese è seconda solo al mito Restani
12/04/2016 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – E’ il secondo portiere meno battuto (17 gol subiti in 30 partite) di tutta la serie D, dopo quello del Parma. E’ l’estremo difensore della Viterbese, Roberto Pini, classe 1997, l’unico gialloblu sempre presente in questa stagione, che non subisce gol da sette partite e mezza e che ha appena portato a 670 il numero dei minuti di imbattibilità. E’ una delle scommesse vinte dal patron Piero Camilli che lo ha voluto ad ogni costo la scorsa estate, è uno dei giovani gialloblu più seguiti dagli osservatori e si dice che le sue prestazioni siano monitorate ogni domenica da esperti che lavorano per società di serie B ed A.

E’ insomma uno degli artefici della galoppata della Viterbese verso la serie C (o Lega Pro, chiamatela come volete), cosciente che il suo primato è da condividere con tutta la squadra che evidentemente è molto brava e ben preparata da Federico Nofri nella fase difensiva, e si gode con la riservatezza che gli è abituale questo primato che è già entrato nella storia del calcio gialloblu, della Viterbese di tutti i tempi.

I dati statistici (raccolti dall’Archivio Sport Viterbesi che ce li ha messi gentilmente a disposizione) dicono che con la partita di ieri, Pini è stato catapultato al terzo posto di questa speciale graduatoria relativa alla imbattibilità dei portieri. Terza posizione, ma secondo solo al mitico Renzo Restani che attualmente detiene primo e secondo posto: il record assoluto del portiere di Spoleto (in gialloblu per tre stagioni, dal 1969 al 1971, in D ed in C) è di 831 minuti stabilito nel campionato, di D, 1969-1970, il secondo primato, 809 minuti, lo stesso Restani lo stabilì in sere C nella stagione 1970/1971, allorché vide svanire la possibilità di migliorare il suo record per un autogol di Staccioli all’89’ della partita Viterbese – Crotone (1-1). A Roberto Pini mancano quindi 139 minuti alla seconda piazza e 161 per eguagliare il primato assoluto; la gara di ieri gli ha intanto consentito di guadagnare due posizioni, scavalcando l’argentino Hugo Rubini che nel 1987-1988 si era fermato a 582 minuti e Aldo D’Ambrosi che nel 1965-1966 era arrivato a 636 minuti.

Ed ancora, sempre a proposito di numeri e di record, le statistiche dicono che con quella di ieri la Viterbese ha raggiunto quota 20 in fatto di partite vinte in serie D, una in meno delle 21 dello scorso campionato, quattro in meno della stagione 2013/2014, in Eccellenza, quando erano state 25.





Facebook Twitter Rss