ANNO 9 n° 234
Piano periferie, ultimatum di Palazzo Chigi al Comune
Nuovo cronoprogramma delle opere entro il 6 settembre. Ubertini: ''Ma è segnale positivo, accolta la nostra richiesta''
08/08/2019 - 06:54

di Simone Lupino

VITERBO - Bando periferie, Palazzo dei Priori avrà tempo fino al 6 settembre per presentare un nuovo cronoprogramma delle opere. 

La comunicazione ufficiale è arrivata martedì tramite una nota ufficiale della Presidenza del Consiglio dei ministri. I tecnici del governo chiedono ai colleghi del Comune di riproporre la nuova ''agenda'' dei lavori su modelli forniti direttamente da Palazzo Chigi.

L’esigenza di elaborare un nuovo cronoprogramma era stata sollevata nelle settimane scorse dall’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini, secondo il quale il Comune avrebbe rischiato anche di perdere il finanziamento di 17 milioni di euro destinati alla rigenerazione urbana perché i progetti trovati al suo insediamento sarebbero stati incompleti o non avrebbero tenuto conto di molti adempimenti, anche banali, come la necessità di prevedere degli espropri per la realizzazione di alcune opere.

''In realtà avevamo chiesto un incontro – ricorda Ubertini -, ma la risposta che ci è arrivata è comunque un segnale positivo, vuol dire che la nostra richiesta di poter presentare un nuovo cronoprogramam è stata accolta. E non siamo neanche gli unici in ritardo: 70 Comuni su 140 sono nelle stesse condizioni. Da quando mi sono insediato, sto lavorando tutti i giorni affinché il piano periferie vada in porto. Abbiamo istituito un ufficio ad hoc con due tecnici che stanno lavorando a tempo pieno per cercare di recuperare il tempo perso''.






Facebook Twitter Rss