ANNO 9 n° 198
Piano Casa Regione Lazio
15/04/2014 - 17:06
di Fabio Olivieri

Partendo dal presupposto che oltre il 70% delle famiglie italiane sono proprietarie di casa, nel 2009 l’allora Governo Berlusconi varò un provvedimento che tentava di rilanciare il settore dell’edilizia in crisi. Si parlava del cosiddetto “Piano Casa” che concedeva ai detentori di un fabbricato residenziale la possibilità di ampliarne la superficie. Si cercava così di rimettere in moto il settore delle costruzioni partendo dai piccoli interventi di muratura.

Ogni Regione poi, in fase di recepimento, avrebbe adottato la Legge apportando le proprie modifiche.

Nella Regione Lazio, dove sarà in vigore fino al 31 Gennaio 2015, il Piano Casa ha previsto la possibilità di ampliare del 20% la superficie dei fabbricati residenziali, mentre, se si utilizzano energie provenienti da fonti rinnovabili si può arrivare fino al 30%. E’ anche ulteriormente specificato che qualora si provveda alla demolizione ed alla ricostruzione dello stabile, l’aumento può essere addirittura del 35%. Non si possono comunque superare i 70 mq di ampliamento.

Prima di iniziare i lavori è necessario comunque ottenere, da parte del Comune, l’approvazione di un progetto redatto da un Professionista, Geometra o Architetto, e la maggior parte di loro sembrano essere concordi nel ritenere che la Legge sul Piano Casa debba essere permanente e non temporanea.





Facebook Twitter Rss