ANNO 9 n° 264
Petrone, Pagliari e Mariani i papabili
per rimettere in sesto la Viterbese
Dopo l'esonero di Cornacchini la società gialloblu deve scegliere il nuovo allenatore
09/12/2016 - 02:00

VITERBO - (s. r.) Adesso è caccia aperta al nuovo allenatore della Viterbese. Dopo che la società di via della Palazzina ha ufficializzato ieri pomeriggio l'esonero di Giovanni Cornacchini, la domanda che si rincorre negli ambienti sportivi cittadini è chi sarà il successore del tecnico di Fano e se riuscirà ad andare in panchina già domenica ad Arezzo.

In attesa di certezze, si va sulle voci che circolano, sulle notizie che rimbalzano da ''radio mercato'' che è sempre accesa e (quasi) sempre bene informata. I nomi attualmente più gettonati sarebbero due, quello di Ferruccio Mariani e quello di Mario Petrone, citati in ordine alfabetico. Petrone sarebbe stato avvistato già ieri pomeriggio sugli spalti del ''Rocchi''.

Ferruccio Mariani, 55 anni di Acilia, è stato anche secondo di Simoni nel Napoli, nell'Ancona e nel Cska Sofia ed ha allenato Ischia, Pisa, Sansovino, Sansepolcro, Gosseto e Fondi. Da calciatore, Mariani vanta oltre 300 presenze tra i pro con Avellino, Benevento, Pisa, Carrarese, Siena, Sambenedettese, Viareggio. Mister Mariani era sulle tribune del Rocchi ad assistere alla partita Viterbese – Carrarese due domeniche fa.

Mario Petrone, napoletano 43enne, difensore da calciatore, ha cessato l'attività agonistica, per alcuni infortuni, a soli 27 anni e nel 2000 ha iniziato la carriera di allenatore sulla panchina dell'Ischia. Poi si è seduto sulle panchine di Calangianus, Tempio, St Jaseph (Malta), Nuorese, Lumezzane, San Marino (ottiene la promozione in Prima Divisione di Lega Pro), Bassano, Ascoli. Da calciatore, mister Petrone ha indossato le casacche di Campaniua, Casertana, Rovigo, Cardito e Capri.

Dino Pagliari, 59 anni, è il più esperto e il più anziano dei tre. Nato a Macerata nel 1957, da quando ha terminato la carriera di giocatore si è dedicato a quella di allenatore, guidando la panchina di Vis Pesaro, Maceratese, Fermana, Alessandria, Chieti, Frosinone, Ravenna, Lanciano, Pisa. L'ultimo incarico è stato a Lecce nel 2015: Viterbo potrebbe essere per lui la piazza per ricominciare. 





Facebook Twitter Rss