ANNO 8 n° 112
''Periferie, la maggioranza gioca a flipper con la città''
Il punto di vista di Umberto Fusco di Noi con Salvini
15/12/2017 - 16:20

Riceviamo e pubblichiamo da Umberto Fusco

VITERBO - Il teatrino all’interno della maggioranza di Palazzo dei Priori sta assumendo i contorni ridicoli di una partita a flipper, in cui la parte della pallina, purtroppo, la sta facendo la città. Uno spettacolo indecoroso a cui speriamo presto di poter staccare la spina, perché Viterbo non lo merita. Ieri in consiglio comunale la maggioranza di centrosinistra ha approvato la delibera di aggiornamento del piano triennale delle opere pubbliche. Dentro anche i progetti presentati per il bando delle periferie e finanziati con 17 milioni di euro. Una progettazione che andrà a impattare in modo importante sull’assetto cittadino nei prossimi anni, in particolare sull’area produttiva del Poggino, redatta dall’assessorato all’ Urbanistica, guidato da Raffaela Saraconi che più volte ha rivendicato il pregio di avere dato corso a un processo “partecipato” per la redazione dei progetti che, ha specificato, sono “voluti dalla città”. Oggi, però, i consiglieri comunali della sua stessa maggioranza Martina Minchella (Pd), Aldo Fabbrini (Pd) e Christian Scorsi (Pd), presenti alla seduta di consiglio comunale di ieri, tengono una conferenza stampa per dire che alcuni progetti sono da rivedere, poiché, sembrerebbe di capire, non funzionali alle esigenze della città. Chi veramente tiene ad essa, oggi deve necessariamente porre una domanda ai tre consiglieri della maggioranza di centrosinistra: “Ma quando all’assessorato all’urbanistica si stava disegnando il volto futuro di Viterbo, voi dove eravate?”. E all’assessore all’Urbanistica, Saraconi, è doveroso chiedere: “Ma l’idea di città che lei immagina nel futuro e che ha dato vita ai progetti presentati per il bando delle periferie, con chi l’ha decisa, se i suoi stessi consiglieri oggi dicono che è da rivedere?”. Ci auguriamo che da Palazzo dei Priori qualcuno risponda, perché le domande che ci stiamo ponendo noi, siamo sicuri, se le stanno facendo anche i cittadini che rischiano di vedere spuntare una piscina qua, una pista ciclabile là, senza sapere, a questo punto, di quale visione strategica siano figlie e perché. Sempre se ce ne sia una. Il futuro della città non è una partita a bocce. 'Noi con Salvini' ha le idee ben chiare per Viterbo e le concretizzeremo presto in un progetto serio, non appena saranno passati i titoli di coda su questo patetico siparietto in cui si possono riassumere i cinque anni dell’amministrazione di centrosinistra.






Facebook Twitter Rss