ANNO 10 n° 48
Perde le staffe sul treno, due paia di manette per bloccarlo
Si rifiuta di dare i propri documenti e aggredisce due agenti della Polfer
14/02/2020 - 06:53

ORTE - (b.b.) Alla richiesta del biglietto per il viaggio e dei documenti di identità, perde le staffe e aggredisce due agenti della polizia ferroviaria di Orte. 

''Sono state necessarie due paia di manette per bloccarlo. Era agitatissimo, nervoso. Impossibile da calmare'' hanno spiegato i due poliziotti intervenuti alla stazione di Orte il 26 maggio del 2018. 

A chiamare i due agenti, il capotreno del mezzo in arrivo da Ancona: ''Ci hanno detto che a bordo stavano avendo dei problemi con un ragazzo, che non voleva mostrare il proprio titolo di viaggio e non voleva riferire le generalità''.

Arrivati in stazione, i due poliziotti sarebbero saliti a bordo del treno: ''Appena ci ha visti, ha dato ancora di più in escandescenze. Non capiva perchè chiedessimo proprio a lui i documenti o il biglietto. Abbiamo provato a farlo scendere e si è aggrappato ai sedili del vagone''. 

Preda di una crisi di violenza, il ragazzo, finito alla sbarra di fronte al giudice Giacomo Autizi dopo l'arresto, si sarebbe scagliato contro i due poliziotti: ''Mi ha strattonto con violenza, strappandomi tutti i bottoni della giacca della divisa''. 

''Dopo vari tentativi siamo riusciti a farlo scendere dal treno. Sui binari abbiamo dovuto chiamare rinforzi per bloccarlo. Alla fine sono state necessaria due paia di manette''.

Il ragazzo di origine nigeriana avrebbe ferito i due poliziotti al braccio e al polso. Deve rispondere di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. 

''Portato in caserma, lo abbiamo identificato grazie a dei rilievi dattiloscopici''. 

Il processo a suo carico si concluderà il prossimo 4 giugno.







Facebook Twitter Rss