ANNO 9 n° 203
''Per Fratelli d'Italia la campagna elettorale della maturità''
Mauro Rotelli fa il punto tra ballottaggi e la situazione al Comune di Viterbo
31/05/2019 - 01:11

VITERBO - (S.C.) A pochi giorni dalla recente tornata elettorale, per tutti i partiti inizia quel momento in cui è necessario confrontarsi e fare una prima analisi del voto. Ed è proprio in questa fase che si apre un processo necessario a capire quali siano stati i dati interessanti e quali le criticità emerse. In questa occasione, Mauro Rotelli ha fatto il punto su Fratelli d'Italia dopo i risultati ottenuti sul territorio viterbese.

''Guardando i risultati da sei anni a questa parte, possiamo ritenerci soddisfatti - afferma il deputato -. Fratelli d'Italia è un progetto politico giovane e che ha dimostrato di crescere in maniera costante. Questo nostro sviluppo ''consapevole'' dell'elettorato è un dato importante, visto che il voto a Fratelli d'Italia si dimostra essere una scelta costante e non un voto di pancia come è avvenuto per altri partiti. Per noi questa è stata la campagna elettorale della maturità: abbiamo rimesso insieme il mondo della destra con nuovi volti che hanno scelto di sostenere Giorgia Meloni. Inoltre, ora non siamo più presenti a macchia di leopardo, ma siamo arrivati su tutto il territorio''.

 

 

Per la destra e per Fratelli d'Italia restano ancora da giocare due partite importanti, ovvero quelle dei ballottaggi di due comuni importanti nella Tuscia come Tarquinia e Civita Castellana. ''Ai ballottaggi siamo arrivati in maniera differente: a Civita Castellana insieme alla Lega, a Tarquinia invece contro - prosegue nella sua disamina Rotelli -. In entrambi casi comunque ci siamo: sia Moscherini che Caprioli sono due candidature interessanti ed inclusive. Dispiace che a Civita Castellana non siamo riusciti ad andare con una alleanza completa: avremmo certamente già vinto al primo turno, ma in questo caso hanno prevalso i personalismi. Su Tarquinia la partita è più aperta: crediamo molto in Moscherini e siamo convinti che sia la persona giusta per far partire un progetto importante per il rilancio della città''.

Ma proprio l'esito del voto di domenica potrebbe avere delle ripercussioni anche sul Comune di Viterbo. E' per questo che prima di concludere, Rotelli ha detto la sua anche sulla situazione delicata che sta vivendo l'amminsitrazione Arena. ''Io credo che probabilmente sarà necessario fare un rimpasto nella giunta, come tra l'altro il sindaco aveva già annunciato. Ma a prescindere da questo credo che il Comune abbia bisogno di trovare un punto di equilibrio - sostiene in chiusura Rotelli -. Amministrare è un lavoro difficile e parlare è per tutti molto facile, ma il centro destra ha bisogno di capire quali sono i progetti condivisi da portare avanti. A prescindere dall'avere una pedina in più o di deleghe spostate da una parte o dall'altra, è necessario seguire i progetti in agenda e portarli a termine senza finire in balia degli eventi''.






Facebook Twitter Rss