ANNO 9 n° 324
Pedina e molesta la badante del figlio, stalker alla sbarra a 83 anni
Agli amici avrebbe detto: ''Io la pago e lei viene a letto con me''
12/07/2019 - 03:42

FABRICA DI ROMA – (b.b.) Per mesi avrebbe pedinato, minacciato e diffamato la badante del figlio, presunto stalker alla sbarra a 83 anni.

L’anziano, secondo quanto denunciato, avrebbe iniziato a molestare la collaboratrice domestica subito dopo l’interruzione di ogni rapporto lavorativo. Quando, cioè, la donna gli avrebbe fatto presente di alcune irregolarità nel versamento dei contributi a suo favore: ''Stai attenta a come cammini…ti distruggo, sei una puttana, se non riesco a farti del male io, ci saranno altri per me che te ne faranno'' le avrebbe detto, aggredendola, durante uno dei tanti episodi che si sarebbe verificati a cavallo tra settembre 2018 e febbraio 2018.

Ma non solo, l’83enne, dopo le rimostranze della donna, avrebbe iniziato a diffondere per tutto il paese di Fabrica di Roma notizie relative alla sua vita intimità: ''La pago e viene a letto con me'' avrebbe in più occasioni detto ad amici e conoscenti, aggiungendo che l’ex collaboratrice sarebbe stata una persona ''bugiarda, inaffidabile e instabile''.

Esasperata e impaurita da quegli atteggiamenti, la donna si sarebbe rivolta alle forze dell’ordine per denunciare l’anziano, che ora, tramite il suo avvocato Giuseppe Picchiarelli si difende, sostenendo che a legarlo alla parte offese ci sarebbe stato molto di più di un semplice rapporto di lavoro.

Rinviato a giudizio, ora deve rispondere di stalking: il processo a suo carico inizierà il prossimo 15 gennaio.







Facebook Twitter Rss