ANNO 7 n° 352
Ospedale, i medici illustrano i servizi
alla popolazione
Martedì 28 marzo il primo di
una serie di quattro incontri
20/03/2017 - 14:50

TARQUINIA - Presso il nuovo ingresso dell’ospedale di Tarquinia martedì 28 di marzo, a partire dalle ore 16, si terrà il primo dei quattro incontri tematici con la popolazione e con i medici di medicina generale organizzati dalla Asl di Viterbo con l’obiettivo di comunicare i servizi erogati e i percorsi attivati nella struttura sanitaria del litorale.

L’appuntamento iniziale prevede un approfondimento sulla rete chirurgica aziendale, con particolare attenzione per gli aspetti e le azioni di miglioramento che, nella rete, contemplano un coinvolgimento diretto e fattivo dei professionisti presenti a Tarquinia.

''Tra i temi di cui abbiamo intenzione di parlare – spiega il direttore sanitario ospedaliero Fabiola Cenci –, metteremo in risalto alcuni dei percorsi strutturali e organizzativi attivati come la week surgery (la chirurgia a degenza breve), l’area omogenea chirurgica, e la partecipazione delle nostre unità operative nel percorso di prevenzione e cura dei tumori del colon, in fase di realizzazione''. Nel corso del pomeriggio di martedì 28 interverranno i direttori delle unità operative di Chirurgia generale, Endoscopia digestiva e di Ortopedia e traumatologia, Antonio Pellicciotti, Fabio Baldi e Cesare Selvaggini.

Gli altri incontri in programma proseguiranno nei mesi di aprile, maggio e settembre con tre appuntamenti nei quali si parlerà della presa in carico del paziente fragile tra ospedale e territorio, di prevenzione delle patologie croniche in relazione alle corrette abitudini alimentari e agli stili di vita adeguati e della rete della riabilitazione per le patologie ortopediche, neurologiche e cardiologiche.

''Queste occasioni di approfondimento e di informazione – conclude Cenci -, pensate con la formula di confronto diretto tra operatori sanitari e cittadini, contribuiscono a facilitare l’accesso alle cure e la presa in carico dei pazienti nel rispetto degli standard di sicurezza''.







Facebook Twitter Rss