ANNO 9 n° 324
Opportunità di lavoro per laureati in giurisprudenza: non solo avvocati
11/07/2016 - 16:07

L'Italia è un paese di avvocati, ma questo non significa che una laurea in giurisprudenza non possa aprire strade professionali altrettanto interessanti e remunerative. Se da un lato la grandissima concorrenza di avvocati rende davvero difficile lavorare a chi ha scelto questa tortuosa strada, dall'altro il mondo offre davvero tante professioni alternative per chi è in possesso di un titolo di studio così prestigioso. Ed in questo senso, a Roma si può studiare giurisprudenza presso università private come l'Unicusano: la caratteristica peculiare di questi atenei è che consentono agli iscritti di frequentare le lezioni sia in sede che dal pc di casa, attraverso la piattaforma di e-learning. La soluzione ideale per organizzarsi con gli studi e riuscire a combinare anche tirocini, stage o eventuali lavori part-time per arricchire il proprio curriculum. Vediamo insieme quali opportunità professionali aspettano i laureati in giurisprudenza.

 

Non solo avvocati: gli altri sbocchi classici

Desiderate impegnarvi nello sconfinato mondo della giurisprudenza e del diritto, senza per questo rinunciare ad una professione classica e dalla grande tradizione? Allora potrete provare a diventare notai oppure magistrati. Si tratta di 2 strade complesse da affrontare ma ricche di soddisfazioni, che potranno permettervi di vivere una grande carriera. Per poter diventare notai, e per iscrivervi al relativo albo professionale, dovrete sostenere dopo la laurea un tirocinio di 18 mesi ed un esame di stato che richiederà tanto studio. La professione di magistrati è ovviamente molto più dinamica: si tratta della scelta ideale per chi decide di impegnarsi per combattere la piaga della criminalità sul campo e non dietro una cattedra. Per diventare magistrati, dovrete superare a pieni voti il relativo concorso pubblico. Infine, in entrambi i casi potrete dare uno sviluppo internazionale alla vostra professione.

 

Diventare giornalisti con una laurea in giurisprudenza

La laurea in giurisprudenza non garantisce automaticamente l'accesso all'albo professionale dei giornalisti, che necessiterà di un periodo di apprendistato e del superamento di un esame, ma vi garantirà un bagaglio di conoscenze davvero notevoli in merito ai settori della politica, della società e del diritto. Inoltre, dopo aver scalato le gerarchie, potrete anche diventare importanti opinionisti televisivi, e anche scrittori: in altre parole, la carriera da giornalista è l'ideale per chiunque desideri occuparsi di queste tematiche cercando di fornire un servizio utile ai cittadini.

 

Diventare imprenditori e lanciare una start-up

In un mondo in cui i mestieri cambiano velocemente, poter partire da una base di conoscenze così solida, come quella garantita da una laurea in giurisprudenza, significa avere tante frecce al proprio arco. Potreste ad esempio sfruttare il vostro interesse per i temi sociali e realizzare un'idea innovativa, lanciando una start-up e diventando dei veri e propri imprenditori. Oppure potrete entrare a far parte di un progetto altrui, che necessita di una figura altamente preparata in ambito legislativo. Per poter seguire questa strada non avrete bisogno di ulteriori titoli, anche se un corso di aggiornamento verso l'imprenditoria 2.0 è fortemente consigliato.

 






Facebook Twitter Rss